Sono sei per l’esattezza, i mici che abiteranno il primo cat-bistrot della Campania, che aprirà al pubblico a Portici oggi, giovedì 14 marzo. Si chiamerà “Gattò”, un gioco di parole con il celebre piatto francese, “gateau”. Tutto questo perché gli ospiti speciali, sono pelosi dalle orecchie a punta, dalla coda lunga e dalle vibrisse ancora più lunghe, che la faranno da padroni nel nuovo locale.

“E’ un sogno nel cassetto che si realizza”, spiega la titolare, Valentina Cuomo. “Il nostro, sarà un luogo in cui rilassarsi sfogliando un libro, gustando piatti adatti a tutti i palati (vegetariani, vegani, intolleranti al lattosio o al glutine) e…godere della compagnia dei nostri gatti, che hanno un passato da randagi”.

E già perché gli anfitrioni del nuovo locale sono dei gatti randagi curati dall’associazione “I gatti della traversa” di Portici. I mici, dopo la profilassi necessaria (all’ambulatorio veterinario San Sebastiano)  Procolo, Sole, Ciancioso, Luna, Perla e Piccolina sono stati adottati da ‘Gattò’ e saranno loro la vera attrazione.

Gattò, tuttavia non è il primo cafè-bar dedicato ai nostri amici felini: “Romeow”, è il cat bistrot di Roma, “Nero Miciok”, è quello di Palermo, ed il “MiaGola Caffè”, è il cat cafe di Torino. Il nuovo bistrot dei mici si trova in viale d’Amore 29, (mai nome fu più appropriato). Il locale per amanti dei gatti è prossimo all’apertura, e tutti i padroni di casa, sia quelli a due gambe che quelli a quattro zampe, non vedono l’ora di aprire le porte agli amanti degli animali.