“Gelusia” di Libero Bovio

Un delizioso poemetto sulla più viscerale delle passioni

E ssiente..siente..nun è ovèro..siente:
chello che t’aggio ditto è ..na buscia..
M’’o so’ mmentato. Nun è ovèro niente..
So’ pazzo, ‘o vvi’..so’ pazzo ‘e gelusia !

Nun me llassà!.. Te credo. È ‘a mala ggente
ca mette sempe male, anema mia…
pecchè tu mme vuò bbene e ssi’ nnucente..
nnucente comm’’a Vergine Maria.

Nun mme llassà ! ca i’ so’ nu sfurtunato
ca tene sulo a tte.. Nun me llassà…
Nun me ne ‘mporta ca vuò bbene a n’ato.

N’ato ?..Vuò bbene a n’ato ? E cchi è cchist’ato?
Dimme : e ‘o vuò bbene ? ..Dimme ‘a verità ?
Fallo pe cchillu Dio che m’ha crìato !!

Per le altre Poesie da ascoltare clicca qui