Dopo settanta minuti di forcing asfissiante, decine di occasioni gol create, diciotto tiri in porta in totale, Hamsik, con un colpo da biliardo, fa esplodere il San Paolo, sfondando il muro alzato dalla retroguardia milanista e sbloccando finalmente il risultato. Una delle immagini più belle della serata, è indubbiamente, l’urlo di rabbia del capitano, dopo il gol che nasce e cresce rabbioso, dalle polemiche e dalle delusioni del post Empoli. Il quattro a due del Castellani, che fino a ieri preoccupava i milioni di supporters azzurri sparsi per il mondo, dopo lo schiacciante tre a zero contro il Milan di Inzaghi, può considerarsi alle spalle. Un classico incidente di percorso dunque, per una squadra che purtroppo, continua ad avere dei limiti di prestazione e risultati in trasferta e contro le piccole.
Sull’avversario poco da dire, sicuramente l’inferiorità numerica ha condizionato l’andamento della gara, ma un Milan in enorme crisi(terzo ko di fila), difficilmente l’avrebbe scampata a Fuorigrotta contro un Napoli più che affamato.
I rossoneri ieri sono stati letteralmente annientati, con una sola occasione gol creata in tabellino e con un passivo che sarebbe potuto essere sicuramente più pesante, se solo Higuain e Insigne, avessero sposato la via del cinismo sotto porta.
Riavvolgendo il nastro di questa vittoria, non possiamo non unirci anche noi al ricordo di Ciro Esposito che ha caratterizzato il pre partita e l’intero match. Ad un anno esatto dai tragici fatti della finale di Coppa Italia romana, nel giorno del ricordo di quella maledetta serata, le due curve azzurre, con cori e striscioni, hanno voluto onorare la memoria di Ciro. A questo momento, si sono voluti unire anche gli ultras rossoneri della Curva Sud, che nel corso del primo tempo, hanno esposto uno striscione di rispetto per la morte del ragazzo e per il dolore della sua famiglia.
Tornando al terreno di gioco, vediamo come la gara di ieri, iniziata nel migliore dei modi, con l’espulsione più veloce della storia della Serie A, si sia invece complicata con il terzo errore stagionale del Pipita dal dischetto. E poi settanta minuti(di cui sopra) per sbloccarla. Effettivamente troppi, per un attacco stellare come quello azzurro, ma il risultato finale e le prestazioni di Hamsik(completamente in stato di grazia), Insigne, Gabbiadini e Mertens, fanno comunque ben sperare per le ultime quattro giornate di campionato e per l’imminente impegno europeo di giovedi, contro il Dnipro.
E in questo Napoli-Milan, c’è anche da sottolineare l’esordio in A, del difensore centrale salentino classe ’96 Sebastiano Luperto. Il tecnico spagnolo con questo innesto, da un segnale importante e riaccende finalmente la spia dell’attenzione sul settore giovanile partenopeo.
Benitez è riuscito, con questa vittoria, a riscattarsi subito e a scacciare via le nuvole di Empoli. E in quel suo sorriso tranquillo a fine gara, nella distensione dei rapporti con il presidente, in quegli applausi e in quella lunga chiacchierata con Lorenzo Insigne, si potrebbero nascondere degli indizi positivi, per una sua permanenza a Napoli, almeno un altro anno.
Ora però testa al campo, con una finale di Europa League da conquistare e con un terzo posto da assaltare fino alla fine, sfruttando il calendario a favore e l’ultimo match casalingo contro la Lazio che a questo punto, diventa la principale avversaria per la corsa all’ultimo posto utile per la Champions!

NAPOLI-MILAN 3-0
NAPOLI
Andujar, Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam, Jorginho, David Lopez, Callejón, Hamsik, Insigne, Higuain. All.Benitez
MILAN
D.Lopez, De Sciglio, Alex, Paletta, Bocchetti, Poli, De Jong, Van Ginkel, Honda, Bonaventura, Destro. All.Inzaghi
GOL: Hamsik 70′, Higuain 74′, Gabbiadini 76′

A proposito dell'autore

Fabio Ferraro

Giornalista pubblicista dal 2014, grande amante di calcio, sport in generale, musica e storia contemporanea, collabora con Napoliflash24 dalla sua fondazione(2013). Curatore dal 2013 delle Rubriche "Largo ai giovani" e "Mondo Ultras" su ilnapolionline.com. In passato ha collaborato con il magazine "Thetripmag.com", il blog "letteraturateatrale.it", il portale "Forumitalia" e inoltre ha ricoperto nel corso del biennio 2013/2014, il ruolo di addetto stampa dell'ASD Partenope Soccer.

Post correlati