ANM potenzia il personale di controllo e punta sulle tecnologie

Più controlli dei titoli di viaggio ai varchi e maggior attenzione ai massicci flussi di utenza, soprattutto nelle stazioni di interscambio della Linea 1 metropolitana con altri vettori. E’ la nuova strategia di contrasto al fenomeno dell’evasione dell’Azienda Napoletana Mobilità che alle stazioni di Piscinola, Chiaiano, Vanvitelli e Garibaldi ha ulteriormente rafforzato la presenza di agenti affiancati da gruppi di verificatori del Consorzio Unico Campania nelle fasce orarie di punta.

In campo quattro squadre di agenti di stazione aggiuntive si alternano nelle stazioni di Linea 1 per garantire l’effettiva validazione dei ticket di viaggio unitamente all’ingresso scorrevole ed ordinato dei passeggeri con una riduzione del 20% i tempi di accesso ai varchi. Il potenziamento del personale di controllo ha inoltre un obiettivo di prevenzione finalizzato a stimolare comportamenti corretti nell’utenza e scoraggiare ogni tentativo di evasione.

L’intera attività è orientata a migliorare la qualità del servizio reso all’utenza e in questa ottica che sempre in collaborazione con il Consorzio Unico è  prevista l’introduzione entro l’estate di un abbonamento mensile con tecnologia contactless (attualmente utilizzata solo per gli abbonamenti annuali) che garantirà tempi di ingresso ai varchi più rapidi evitando le code.

Non puntiamo ad azioni punitive, spiega l’Amministratore Unico Alberto Ramaglia, ma vogliamo dare una risposta concreta a chi il biglietto lo acquista regolarmente. Intendiamo proseguire con questa filosofia incentrata sulla prevenzione dissuasiva,  dimostrando che presenza e dialogo costanti con la clientela possono fare la differenza“.

Inoltre nell’ottica dell’efficientamento dell’organizzazione aziendale e del recupero di introiti, il Piano di rilancio ANM 2017-2019 prevede la costituzione di una task force anti-evasione con personale riconvertito da altre mansioni per 60 unità aggiuntive oltre alle 100 già in servizio  (suddivise tra gomma e ferro) grazie alla quale si stima di dimezzare l’attuale percentuale di evasione.

Controlli come di consueto vengono eseguiti anche dal personale itinerante di controlleria e da quello a bordo treno, in banchina e in uscita dalle stazioni. A questo si aggiungono manutenzione tempestiva delle obliteratrici, dei tornelli e delle emettitrici dei titoli di viaggio.

A proposito dell'autore

Post correlati