Esiste nel pieno caos del trafficato Rettifilo una Basilica, vari metri al di sotto del piano stradale, che nasconde non pochi segreti: San Pietro ad Aram.  

È una Chiesa nata tutto intorno un altare, quello dove secondo la tradizione l’apostolo Pietro celebró messa e guarì due napoletani, Aspreno e Candida, e consacró l’uomo come primo Vescovo di Napoli, mentre la donna rimase qui per prestare assistenza ai poveri e gli ammalati.

Ma non è finita qui: al di là delle tantissime opere d’arte (ci fu un periodo in cui l’edificio fu destinato alla esposizione di quadri provenienti da altre Chiese, come approfonditamente vedremo), c’è un segreto, posto nelle viscere della terra. 

Ed infatti scendendo pochi gradini ci ritroveremo nell’ipogeo, dove fu trovato il corpo di Santa Candida, qui sepolta e dove tuttora c’è un pozzo dall’acqua miracolosa. L’ambiente è riccamente decorato con maioliche ottocentesche con le storie della vita della Santa, ma in realtà ha una origine antica, sicuramente d’epoca romana, ma divenne nel tempo anche una Basilica Paleocristiana.

In questo luogo si sviluppò, ben prima del Cimitero delle Fontanelle, il culto delle anime pezzentelle, l’adozione di un teschio per cercare di attirare la buona sorte. Ne ripercorreremo la storia, i riti e cercheremo di capire se c’è un fondo di verità in questo gesto che la Chiesa vide come pagano e cercó, inutilmente, di vietare. E se saremo fortunati, forse si manifesterà qualcuna di queste presenze… 

Ci atterremo alle disposizioni ministeriali quindi i partecipanti saranno ammessi alla visita solo se muniti di mascherina.

Il gruppo sarà composto di massimo 10 persone per favorire il distanziamento sociale previsto di 1 metro.

Unico turno alle ore 10:00 con partenza alle 10:15, si raccomanda puntualità perché la visita sarà svolta tra nella pausa tra una celebrazione della Messa e l’altra. 

L’appuntamento è per Domenica 14 giugno davanti l’ingresso laterale della Chiesa (quello su Corso Umberto, affianco la Farmacia Helvethia, a pochi metri da Piazza Garibaldi) 

Il contributo organizzativo è di 10 euro, di cui una parte andrà alla Chiesa per i lavori di manutenzione ordinaria.

I partecipanti riceveranno la nostra tessera fedeltà che consentirà di accumulare punti per una visita guidata gratuita.

Prenotazioni al 3409543337 oppure per mail a larteneltempo1@gmail.com