Dopo tredici anni, il tenore Andrea Bocelli metterà di nuovo piede sul palcoscenico del Teatro San Carlo di Napoli. Il grande concerto di musica lirica, che avrà come tema conduttore l’amore e la bellezza, è in programma per il 20 e il 22 maggio 2019.

Sotto la direzione di Eugene Kohn e l’Orchestra del Teatro di San Carlo, Andrea Bocelli darà vita ad una vera e propria “arte dei suoni” per raccontare amore e bellezza. Tutto questo sarà realizzato attraverso anche le diverse sensibilità di alcuni compositori italiani e francesi presenti: da Gaetano Donizetti a Giuseppe Verdi ed a Giacomo Puccini da Charles Gounod a Jules Massenet, al francese d’adozione Jacques Offenbach. Insieme a Bocelli ci sarà il soprano Maria Aleida.

«Sono particolarmente felice di tornare al San Carlo e di riabbracciarne il pubblico dopo tanti anni – ha affermato Andrea Bocelli. – La storia gloriosa ed i superbi artisti che hanno calcato la scena di questo teatro da un lato mi intimidiscono, dall’altro esprimono un ulteriore sprone a dare il meglio ed a realizzare un concerto che sia all’altezza delle aspettative. Napoli d’altronde è la città della musica, è la città dell’amore. E per me che dell’amore e della musica ho fatto la mia ragione di vita e la mia ispirazione, è stata pressoché una scelta obbligata proporre qui, in prima europea, un programma che evoca ciò che amo definire il motore del mondo, attraverso l’arte dei suoni». 

Il concerto è uno degli eventi più attesi dell’anno ed è già un “tutto esaurito in ogni ordine di posto”. Il concerto era previsto per il 20 maggio ma la direzione del teatro partenopeo, vedendo il grande entusiasmo da parte del pubblico e per venire incontro alle innumerevoli richieste, ha deciso di chiedere una seconda data, prevista per il 22 maggio.

Inoltre, il Teatro San Carlo fa sapere che i biglietti non saranno in vendita attraverso nessun canale. Questo per evitare ciò che viene definito come secondary ticketing, ovvero il fenomeno di bagarinaggio; sono stati trovati biglietti anche a 2.500 euro. Per questo motivo la direzione, in una nota ufficiale, ci ha tenuto a ribadire la sua estraneità alla vicenda: «La Fondazione ribadisce la propria totale estraneità dai siti di ‘secondary ticketing’ e declina ogni responsabilità in caso di acquisto di tagliandi fuori dai circuiti di vendita ufficiali” si legge nella nota. «Si ricorda agli spettatori – sottolinea il teatro – che i soli canali autorizzati alla vendita online dei biglietti per gli eventi organizzati dal Teatro di San Carlo sono www.teatrosancarlo.it e www.vivaticket.it».