Lauro, comune di 3.500 abitanti in provincia di Avellino è stato classificato ‘zona rossa’ per il Coronavirus. E’ il settimo comune campano che il presidente della Regione Vincenzo De Luca, con l’ordinanza n.28 del 5 aprile 2020, blinda per arginare i contagi. Ieri pomeriggio a sollecitare la misura è stato il sindaco Antonio Bossone, dopo la scoperta di 8 casi di positività al Covid 19 nella stessa famiglia, che non presentano al momento sintomi gravi e sono in isolamento domiciliare.

Sospesa l’attività degli uffici pubblici, salvo i servizi essenziali, viene consentito lo spostamento solo agli operatori sanitari, agli operatori dei servizi di emergenza ed agli esercenti impegnati nelle attività essenziali, purché muniti di dispositivi di protezione. Il comune di Lauro si aggiunge così agli altri 6 centri campani in quarantena da alcune settimane: Ariano Irpino (Avellino), Sala Consilina, Polla, Atena Lucana, Auletta e Caggiano (Salerno).

L’ordinanza firmata dal governatore vale per ora fino al 10 aprile. Sospesa l’attività degli uffici pubblici, salvo i servizi essenziali, viene consentito lo spostamento solo agli operatori sanitari, agli operatori dei servizi di emergenza ed agli esercenti impegnati nelle attività essenziali, purché muniti di dispositivi di protezione.