Un recente studio ha scoperto che la parte ovest di Ustica (Palermo) si sarebbe sollevata di oltre 30 cm a causa di due terremoti avvenuti nel primo quarto del 1900.

È quanto emerge dal rilevamento a nuoto lungo i 13 km del perimetro dell’isola condotto dal progetto scientifico Geoswim di ENEA e Università di Trieste, che prevede la mappatura complessiva di 23 mila chilometri di costa rocciosa del Mediterraneo per lo studio dei meccanismi di erosione e delle variazioni del livello del mare. Il dato sul sollevamento deriva da un calcolo che parte dal ritrovamento a circa 2 metri sopra il livello del mare di alcuni fossili di crostacei che vivono abitualmente a contatto con l’acqua.

Per la notizia completa http://www.enea.it/it/Stampa/news/ambiente-studio-enea-universita-trieste-svela-i-movimenti-di-ustica