Venti film per celebrare il talento e la creatività al femminile nel cinema italiano e francese, con proiezioni e incontri con le registe: è “Cinema al femminile tra Italia e Francia”, la rassegna a cura di Antonella Di Nocera, direttrice del festival “Venezia a Napoli. Il cinema esteso” e il console di Francia a Napoli Laurent Burin des Roziers, in collaborazione con Parallelo 41.

Lunedì 9 marzo alle ore 20 all’Institut Français Napoli in Via Crispi 86 sarà proiettato il film documentario Liberami” alla presenza della regista Federica di Giacomo, ingresso libero. Per l’evento saranno applicate le misure nazionali di prevenzione rischio contagio da COVID-19 come da DPCM del 4 marzo 2020. Pertanto è consigliata la prenotazione al numero 0817616262.

Federica Di Giacomo, ligure naturalizzata siciliana, documentarista e antropologa, presenterà il suo ultimo lavoro, “Liberami“, miglior film nella sezione Orizzonti a Venezia 2016, che racconta il ritorno dell’esorcismo nel mondo contemporaneo. Il docufilm segue le vicende del frate francescano Padre Cataldo, tra gli esorcisti più ricercati in Sicilia e non solo, celebre per il carattere combattivo e instancabile. Ogni anno sempre più persone chiamano “possessione” il loro malessere, in Italia, in Europa, nel mondo. La Chiesa risponde all’emergenza spirituale nominando un numero crescente di preti esorcisti ed organizzando corsi di formazione. Ogni martedì centinaia di persone seguono la messa di liberazione di Padre Cataldo e cercano la cura a un disagio che non trova altrove risposte né etichette. È la storia dell’incontro fra la pratica esorcista e la vita quotidiana dove i contrasti tra antico e contemporaneo, religioso e profano, risultano a tratti inquietanti a tratti esilaranti.