Mercoledì 8 e giovedì 9 maggio 

Eco-archivi femministi e Neo-estrattivismi

a cura di Ecologie Politiche del Presente

8 Maggio, 15.30-18.30 – Eco-archivi femministi

“Eco-archivi femministi” presenta il progetto legato alla creazione di M.A.M. Matri-archivio del Mediterraneo (www.matriarchiviomediterraneo.org), la piattaforma archivista digitale di nuova concezione, creata dal gruppo di ricercatrici presenti a “Ecologie politiche del presente” al fine di raccogliere, conservare, e disseminare la produzione creativa di matrice femminile che emerge oggi nel Mediterraneo.
Interventi:
Silvana Carotenuto: “Introduzione: La nuova fenomenologia dell’acqua”
Celeste Ianniciello: “Memorie ibride: l’estetica dell’acqua”
Manuela Esposito: “Segni ‘liquidi’: l’affettività dell’arte”
Annalisa Piccirillo: “Danzare/archiviare/ disseminare: corporeità liquide”.

Mercoledì, ore 18:30 in Armeria

La sfida anarchica nel Rojawa

presentazione del volume con interventi degli autori

9 Maggio, 11.00-13.00

Yogadarshana: piccola esperienza di un antico trattato di filosofia della mente. Laboratorio a cura di Alessandra Cianelli

9 Maggio, 15.00-18.00
Neo-estrattivismi

Il laboratorio si propone di focalizzare il tema del cosiddetto ‘neo-estrattivismo’ che sottende la cultura digitale, cioè il doppio sfruttamento delle risorse minerarie per la costruzione dei dispositivi digitali, e quello dei dati nella cosiddetta ‘economia dell’attenzione’, attraverso cui si produce da un lato l’impoverimento dell’attenzione e dall’altro nuove forme di intelligenza artificiale. Il laboratorio dunque connette un tema più consolidato dell’ecologia politica, cioè il tema dell’estrazione dei minerali e del ciclo della costruzione delle nuove tecnologie, con il rapporto tra ‘ecologia della mente’ (Gregory Bateson, Felix Guattari, William James, Alfred North Whitehead) e economia dell’attenzione (Bernard Stiegler etc.)

Gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve a coprire i costi organizzativi della giornata e a sostenere l’autogoverno dell’Asilo.

Ex Asilo Filangieri – vico Maffei 4, Napoli