“Il romanzo dei faraoni” segna l’esordio del collettivo. Si tratta di cinque libri che ripercorrono quasi 3000 anni di storia attraverso cinque importanti figure: Cheope, Akhenaton, Tutankhamon, Ramses e Cleopatra. Ogni libro è scritto da due autori diversi e racconta in forma romanzata la vita e le gesta di uno dei grandi faraoni dell’Antico Egitto.

Alla Biblioteca Nazionale la presentazione de «Il romanzo dei Faraoni» di Valery Esperian

Il 16 novembre, nella sala Rari della Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III”, si terrà l’incontro dedicato alla serie di libri sui faraoni d’Egitto, pubblicata da Fanucci Editore.

Apre le danze “Cheope. L’immortale”, di Luigi Brasili e Vincenzo Vizzini, incentrato sul faraone della piramide omonima, unica sopravvissuta delle sette meraviglie del mondo e che ancora oggi svetta nella piana di Giza; c’è poi “Akhenaton. L’eretico”, di Elisa Bertini e Antonio Tenisci, dedicato al faraone che sfidò i sacerdoti e il suo stesso popolo adorando il sole quale unico dio; in “Tutankhamon. Il fanciullo”, di Fabio Ancarani e Francesco Citro, un imberbe Tutankhamon sfreccia come una meteora incontro alla sua fine precoce, mentre la maledizione aleggia sopra di lui nella vita e nella morte;“Ramses. Il figlio del sole”, a firma di Miller Gorini e Daniele Pisani, narra le imprese di Ramses II, valoroso condottiero che regnò sull’Egitto per oltre settant’anni; infine, in “Cleopatra. La divina”, di Angelo Frascella e Massimo Lunati, entra in scena la regina Cleopatra, amante di Cesare e di Marco Antonio, colei che sognava di unificare i regni di Roma e d’Egitto e che subì l’odio di Ottaviano perché “donna” e “straniera”.

Valery Esperian è il nom de plume di un collettivo di autori uniti da uno scopo: scrivere serie letterarie di interesse grazie alle sinergie fra i singoli.

L’idea nasce nel 2017 dalla mente di Franco Forte, scrittore e sceneggiatore, che supervisiona e coordina le attività del gruppo.

“Il romanzo dei faraoni” sarà presentato a Napoli il 16 novembre alle ore 16,30 alla Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III”, sala Rari, Piazza del Plebiscito, 1.

Interverranno gli autori Luigi Brasili, Vincenzo Vizzini e Antonio Tenisci, e il direttore della Biblioteca Nazionale, Francesco Mercurio. Modera Diego Lama, scrittore.