Viene da Casoria (NA) Alfonso Cirella, il 25enne massaggiatore e massoterapista che è sbarcato a Sanremo in occasione della 70esima edizione del Festival. Il massaggiatore napoletano ha, infatti, lavorato durante il periodo del Festival presso il Miramare The Palace Hotel con il solo obiettivo di coccolare e rilassare gli artisti in gara.

Ci racconta la sua esperienza?

“Un’esperienza da incorniciare. Devo ancora realizzare quello che è successo in quegli otto giorni in cui sono entrato in contatto con gli artisti e i personaggi dello spettacolo che ho sempre guardato in tv.

Avere la possibilità di scambiarvi qualche chiacchiera, scattare selfies ed addirittura massaggiarli è tanta roba”.

Chi rivela qualche nome dei personaggi che ha massaggiato?

“Preferisco non fare nomi per una questione di privacy, ma mi ritengo molto fortunato e contento di chi è passato sotto le mie mani. E non parlo soltanto di artisti, ma anche dei loro staff ed addetti ai lavori”.

Com’è nata l’opportunità di Sanremo?

“Non era nei miei progetti arrivare a Sanremo. Ma quando la tua scuola di massaggi ti mette a disposizione la possibilità di farlo, non puoi mica rinunciarvi. Così ho partecipato al Contest del Festival di Sanremo 2020 e sono stato selezionato tra più di 120 partecipanti. E’ stata una grande soddisfazione”.

Quale, tra gli artisti in gara, era il suo preferito?

“Devo dire che le canzoni portate in gara dai vari artisti mi hanno sorpreso in positivo. Ero combattuto tra la semplicità di Diodato e l’esuberanza di Achille Lauro. Sono, perciò, contentissimo per la vittoria di Diodato”.

Progetti futuri?

“Adesso ho soltanto intenzione di continuare a svolgere la mia professione di massaggiatore presso il mio Studio Massaggi che mi sta dando tante soddisfazioni. Sicuramente, più in là, parteciperò ai contest di altri eventi importanti. Pertanto, ci tengo a ringraziare la scuola professionale di massaggio Diabasi che mette a disposizione tali opportunità per i suoi allievi”.