Si conclude con i mini-workshop di Marigia Maggipinto, danzatrice e coreografa del Tanztheater Wuppertal, l’omaggio che Quartieri di vita, il festival di formazione e teatro sociale diretto da Ruggero Cappuccio, dedica all’icona della danza contemporanea Pina Bausch, a dieci anni dalla scomparsa.  Da oggi 20 dicembre 2019 al 5 gennaio 2020, in occasione della videoinstallazione Ensembles, in mostra al Museo Madre fino al 6 gennaio, i visitatori avranno l’opportunità di prendere parte a un esclusivo ciclo di workshoshop – presentato dalla Fondazione Campania dei Festival e dalla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee   rivolto a tutti gli amanti della danza con ogni livello di preparazione o senza esperienze precedenti. Un mix di tecniche differenti, tradizioni e pratiche fisiche con le quali i partecipanti potranno imparare brevi estratti di coreografie di Bausch, tratti da spettacoli di Pina Bausch come Nelken o Kontakthof Una visita al museo trasformata – come afferma la stessa Maggipinto –  in “un’esperienza tridimensionale, fisica ed emotiva, durante la quale il pubblico non solo guarda ed ascolta ma vive in prima persona le coreografie dell’artista”. I mini-workshop, realizzati con il sostegno finanziario del Goethe-Institut di Napoli e del Ministero Federale degli Affari Esteri di Berlino, avranno una durata di trenta minuti ognuno e saranno strutturati in due parti: la prima incentrata su piccoli esercizi di coordinazione e riscaldamento del corpo propedeutici alla seconda parte, che invece sarà basata sull’apprendimento di brevi estratti di spettacoli di Pina Bausch.

PER PARTECIPARE

Biglietto intero € 8; ridotto € 4 (il biglietto consente di visitare tutto il museo Madre e di partecipare ai mini-workshop, previa prenotazione a partire dal 1 dicembre al numero 3499374229 nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30 – sabato e domenica dalle 10.00 alle 14.00).
È possibile acquistare i biglietti alla biglietteria del museo Madre (via Settembrini, 79).
Il Madre è aperto dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 19.30, la domenica dalle 10.00 alle 20.00 ed è chiuso il martedì (la biglietteria chiude un’ora prima della chiusura).