The Gulf of Naples Independent Film Festival”, diretto da Umberto Santacroce e coordinato da Vittorio Adinolfi, è una manifestazione per la promozione e diffusione di film d’arte, d’autore e sperimentali, che non hanno ancora adeguati canali di distribuzione. Proponendosi come vera e propria vetrina internazionale per pellicole di vario tipo e genere, rappresenta un punto di incontro tra esperienze artistiche diverse per tecnica, storia, cultura e costume.

L’iniziativa, nata quasi per caso grazie alla passione per la “settima arte” dei suoi ideatori-organizzatori, ha ottenuto fin dal suo esordio un successo inatteso, registrando la partecipazione di film provenienti da diverse aree del mondo. Nelle quattro edizioni  precedenti sono stati circa un centinaio i film pervenuti da circa 35 paesi.

Le categorie competitive del Festival sono: Lungometraggio, Cortometraggio, Documentario, Animazione, Webseries e Videoclip. Ancora una volta le giurie hanno un carattere internazionale: tra i giurati, attori, registi, produttori, italiani e stranieri, tra cui l’attore hollywoodiano Vincent Guastaferro, ed  anche i registi e produttori vincitori delle precedenti edizioni. Quest’anno sono state selezionate 50 opere, provenienti da USA, Giappone, Israele, Oman, Russia, Bulgaria, Ucraina, Spagna, Austria, Framcia.

Questa sesta edizione, causa coronavirus, avverrà solo online, per la prima volta nella storia di questo festival. Dall’8 all’11 giugno, sul sito del festival, sulla pagina facebook, sul profilo twitter, secondo un calendario di “proiezioni”, verranno pubblicati i link dei film selezionati, per poter permettere a tutti di visionarli, e per quest’occasione, quest’anno avremo anche il premio del pubblico, che potrà votare online il suo film preferito. Il 12 giugno ci sarà la premiazione, anch’essa solo online.

https://www.gulfofnaplesfilmfestival.com

https://www.facebook.com/gonaplesiff/

https://twitter.com/GerryEdison