Alle 11:30 e alle 15 appuntamenti in streaming per l’undicesima edizione di Memoriæ

Sulla pagina Facebook della Fondazione Valenzi due appuntamenti per offrire riconoscimenti a personalità e studenti che si sono distinti sui temi della Shoah e non solo.

La Fondazione Valenzi si impegna annualmente nel progetto “Memoriæ” per mantenere vivo il ricordo della Shoah e tenere alta l’attenzione contro ogni forma di razzismo e discriminazione tramite la consegna di un riconoscimento a testimoni e vittime della barbarie antisemita ma anche, ad esempio, della criminalità organizzata. Sono premiate, inoltre, le scuole vincitrici del concorso “Io non dimentico”, un
concorso aperto alle scuole di ogni ordine e grado per la produzione di testi o video sul tema della Shoah

Quest’anno la cerimonia si terrà oggi, venerdì 5 marzo, con due appuntamenti rigorosamente in streaming, in ottemperanza alla normativa anti-covid.

«Rispetto alle passate edizioni – spiega il giornalista e storico
della Shoah Nico Pirozzi, ideatore del progetto, promosso e organizzato assieme alla Fondazione Valenzi, con il patrocinio morale della Comunità ebraica di Napoli – l’evento di quest’anno viene definitivamente posticipato al 6 marzo, Giornata europea dei Giusti. Una decisione imposta dal tipo di manifestazione che abbiamo creato nel corso di questi dodici anni, ma anche per evitare la retorica che ultimamente ha fatto da sconveniente cornice alle celebrazioni organizzate per la Giornata della memoria». 

«La Fondazione Valenzi anche in questi difficili momenti che limitano le nostre possibilità di incontro e partecipazione – aggiunge Lucia Valenziritiene decisivo il contrasto a tutte le forme di razzismo e discriminazione da attuare con l’attiva partecipazione delle giovani generazioni al di fuori di ogni ripetitiva e sterile retorica.»

Dalle ore 11,30 alle 12,30 – Premiazione “Maghen David”.

L’associazione Progetto Memoria – a cui è destinato il
riconoscimento “Memoriæ della Shoah” – è da anni impegnata in progetti finalizzati all’insegnamento della Shoah negli istituti di istruzione primaria e secondaria. Il Maghen David riservato alle “Memoriæ di impegno civile” è stato invece assegnato al Comune di Bacoli per la solidarietà offerta ai numerosi profughi ebrei che confluirono nella cittadina flegrea per imbarcarsi alla volta della Palestina. L’ultimo dei riconoscimenti, riservato alla memoria di una vittima della criminalità, sarà ritirato da uno dei familiari di Luigi Galletta, il giovane napoletano ucciso nel 2015 perché parente di un affiliato a un clan di camorra.

Dalle ore 15 alle 16 – Premiazione delle scuole vincitrici della terza edizione del concorso “Io non dimentico”.

Ciascuna scuola verrà presentata attraverso la proiezione di un breve estratto del progetto vincitore e la menzione speciale degli studenti coinvolti. Per l’anno 2020 sono stati presentati progetti non solo sul tema generale della Shoah ma anche su Primo Levi in occasione dei 100 anni dalla nascita. Le scuole vincitrici della terza edizione del concorso “Io non dimentico” sono:

Circolo Didattico “G. Falcone” di Melito (NA) – Scuola primaria.

Istituto Comprensivo “Aiello del Sabato” (AV) – Scuola primaria.

Istituto Comprensivo “V. Alfieri” di Torre Annunziata (NA) – Scuola secondaria I grado.

Istituto Comprensivo “Telese Terme” (BN) – Scuola secondaria I
grado.

Liceo “V. Imbriani” di Pomigliano d’Arco (NA) – Scuola secondaria II grado.

Liceo “E. Torricelli” di Somma vesuviana (NA) – Scuola secondaria II grado.

L’evento, che si terrà sulla Facebook della Fondazione Valenzi, è aperto a chiunque fosse interessato.