Un vero e proprio tour formativo che coinvolgerà ingegneri, architetti, geometri, geologi e amministratori comunali sul tema della mitigazione del rischio sismico: parte oggi da Napoli sulla piattaforma per la formazione a distanza dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli ci sara’ il primo evento di disseminazione dei risultati conseguiti dal Progetto Caesar ll, uno dei progetti piu’ innovativi nell’ambito della gestione del rischio sismico e della pianificazione territoriale. “Dall’applicazione di questo progetto –  spiega il coordinatore Giulio Zuccaro – verrà sviluppato un kit che sarà scaricabile dai Comuni gratuitamente, insieme a tutte le procedure di implementazione, protocolli, schede di raccolta dati, dalla piattaforma dell’Agenzia per la Coesione Territoriale“.

La città di Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno, è città capofila del progetto Caesar II, che prevede la possibilita’ per tutti i comuni italiani di avere accesso on line, semplicemente accedendo al sito del Progettocaesar2.it, di uno strumento – un vero e proprio kit di riuso – che, implementato, e’ in grado di fornire informazioni cruciali (numero di edifici persi, di decessi attesi, di feriti) in merito alla vulnerabilita’ dei rispettivi territori con una griglia di risoluzione di 250 metri per lato. Piu’ o meno a livello di singolo quartiere. Oltre a Comuni di Cava de’ Tirreni faranno parte dell’iniziativa pilota Grumento Nova in provincia di Potenza e Nicolosi in Provincia di Catania.

In questi ultimi mesi i tecnici del progetto hanno censito e catalogato circa 6000 edifici in tutti e tre i comuni, in modo da arricchire il database su cui girano gli algoritmi di Caesar ll, allo scopo di rendere il sistema ancora piu’ affidabile e di collegare questo processo all’interno dei processi decisionali e pianificatori delle amministrazioni comunali e dei singoli professionisti che lavorano nei comuni.