Ci sono libri che irrompono nella nostra vita, libri che vi entrano in punta di piedi con un messaggio timido ma duraturo, libri che sedimentano, hanno bisogno di tempo, libri che passano per l’esperienza, hanno bisogno di vita, libri per crescere, per invecchiare, libri che tendono una mano, quando stai affondando nel mare delle parole senza più senso, libri per porre domande, libri senza risposta, libri come favole, libri come inferni. Libri per imparare a voltarsi indietro, libri per continuare a guardare avanti. Non ci priveremmo di nessuno di essi anche quando agiscono come lama sottile e lasciano una ferita profonda.

Lo scopo di queste pagine non è altro che farvi innamorare dei nostri libri. I cento e più autori di questa raccolta ve li raccontano catturandone un’emozione e lo fanno usando soltanto cento parole. (dalla prefazione di Vincenza Alfano)

Museo Pan, via de Mille 60, Napoli

mercoledì 6 dicembre ore 17,30

presentazione

“Il libro dei libri – in cento parole” L’Erudita

a cura di Vincenza Alfano

Intervengono con la curatrice

Nino Daniele, Assessore alla Cultura del Comune di Napoli

Walter Galantuomo, professore di Letteratura

Antonella Ossorio, scrittrice

Modera Francesco Bellofatto

Letture di Brunella Caputo, Compagnia del Giullare

L’evento rientra nella programmazione del Comune di Napoli, Assessorato alla Cultura

Il libro dei libri in cento parole, L’Erudita, AA. VV. a cura di Vincenza Alfano

Vincenza Alfano è nata a Napoli dove insegna Letteratura. Conduce l’”Officina delle parole” laboratorio di scrittura creativa. È curatrice di antologie in cento parole per L’Erudita. Il suo ultimo romanzo Balla solo per me (Giulio Perrone Editore, 2016) è nella classifica dei libri dell’anno 2016 de “La Lettura del Corriere della Sera”. Recentemente ha pubblicato Incipit. Istruzioni d’uso per aspiranti scrittori (L’Erudita 2017).