Mentre a Napoli è in corso la XXV edizione del Maggio dei Monumenti dedicata a Gaetano Filangieri e al “diritto alla felicità“, a Vercelli, presso una casa d’aste, compare in vendita un ritratto di anonimo “ammiraglio”, genericamente riferito a scuola napoletana del Settecento.
Dario Porcini, dell’omonima galleria di piazza Vittoria, punto di riferimento per lo studio dell’arte e della storia napoletana, intercetta il dipinto e riconosce nel personaggio raffigurato – anche grazie alla preziosa consulenza di Giuseppe Porzio dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” – proprio l’autore della Scienza della legislazione. La scoperta è straordinaria: l’inedito ritratto è il prototipo da cui dipende l’intera iconografia del celebre filosofo: da esso, infatti, sono tratte, le note incisioni di Raffaele Morghen e dello stabilimento litografico Gatti e Dura.
Le ricerche sulla paternità della tela, anche per il prestigio dell’effigiato, indirizzano verso un autore di caratura internazionale, la cui identità sarà confermata e quindi comunicata in sede scientifica solo a completamente del restauro e delle relative indagini. Accogliendo l’invito del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura, venuti a conoscenza del ritrovamento, la Galleria Porcini concederà il dipinto in esposizione nel ‘sacrario’ della famiglia Filangieri, l’omonimo Museo civico di via Duomo; qui, da giovedì 30 maggio e per dieci giorni, anche a sostegno delle attività del museo, rilanciato dal neodirettore Paolo Iorio, sarà dunque possibile ammirare l’opera assieme al carteggio tra Benjamin Franklin e Gaetano Filangieri, anch’esso per la prima volta presentato al pubblico.
Per l’occasione il Museo praticherà un prezzo speciale.

Per celebrare questo avvenimento straordinario, il 7 giugno, a chiusura del Maggio dei Monumenti 2019, nell’attiguo complesso della chiesa di San Severo al Pendino, per la direzione artistica di Eugenio Bennato A SUD DI MOZART e LE VOCI DEL SUD (Laura Cuomo,  Francesco Luongo,  Letizia D’Angelo, Carmelo D’Amato, Edoardo Cartolano) terranno un concerto dedicato a Filangieri. Il Maggio dei Monumenti 2019, che ha avuto un’amplissima partecipazione di pubblico, non poteva sperare in una chiusura migliore.