Venerdì 7 Giugno 2019, alle ore 17.00, presso il Museo Archeologico Provinciale (via San Benedetto, 28 – Salerno) Vittorio Russo  presenta “Equatore” (Cairo). Saluti istituzionali Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno, Paky Memoli, Consigliere Provinciale alla Cultura, Beni Culturali e Turismo, Ciro Castaldo, Dirigente del Settore Musei, Biblioteche e Pinacoteche della Provincia di Salerno. Intervengono Francesco D’Episcopo, docente universitario, Stefano Pignataro, giornalista, Paolo Romano, giornalista.

Equatore è il racconto di un viaggio audace ed entusiasmante in una silenziosa latitudine del mondo, l’Ecuador. L’autore esplora il Paese con occhio curioso nelle sue pieghe più intriganti, da cui scaturiscono appunti, immagini, emozioni raccontate con memoria di navigatore e linguaggio da cantastorie. Un tuffo nelle tradizioni e nelle curiosità storiche, culturali, religiose dei popoli andini, che si intrecciano con la cultura incaica e quella occidentale cattolica, posteriore alla conquista spagnola. Il viaggio attraversa in diagonale il Paese, da Quito a Guayaquil, le due grandi metropoli ecuadoriane, alla scoperta di muti tesori del passato precoloniale e quelli posteriori, espressi dal fasto dell’oro di chiese barocche nelle loro cornici churrigueresche di sbalorditiva ricchezza.

Il viaggio prosegue nella natura incantata e stregante delle Isole Galápagos dove, con sguardo rapito, Russo interpreta l’opulenza di una flora e di una fauna primordiali e intatte. Conquistato dalla bellezza dei paesaggi e della vita dei luoghi, con curatissima scrittura lirica, l’autore coinvolge il lettore in questa esperienza inusitata che è poi il racconto di un attimo soltanto della storia evolutiva della vita.

“Vittorio Russo scrive dei Paesi e dei continenti che esplora con le grandi qualità umane del capitano di lungo corso che è stato e le manifesta con autentica simpatia e curiosità per luoghi e persone in queste pagine dense di sapore, in questo racconto generoso, fedele alla vita e all’amore per la vita.  – scrive Samuel Brussell – Non importa a quale latitudine viaggi, Russo ha il dono di trasmettere le sue impressioni al lettore come se fosse al suo fianco”.

Vittorio Russo (Castel Volturno 1939), capitano di lungo corso, è viaggiatore e scrittore di saggi e racconti, che gli hanno valso anche numerosi premi. Ha pubblicato ricerche sulle origini del Cristiane- simo, tra cui Introduzione al Gesù storico (1977) e Il Gesù storico, con introduzione di Marcello Craveri (1978). È autore di antologie narrative, romanzi e racconti come La decima musa (2005), Enigmi e follia dei numeri (2008) e di opere che intrecciano esplorazione geografica, miti e ricostruzioni storiche, tra cui India mistica e misteriosa (2008), Sulle orme di Alessandro Magno (2009). Con Baldini e Castoldi ha pubblicato L’India nel cuore, presentazione di Alberto Bevilacqua (2012). Per Cairo nel 2017 ha pubblicato La porta degli esili sogni, con introduzione di Giulio Giorello.