Numeri che raccontano grandi progetti: si chiude con 61mila visitatori, l’esposizione “Gli Assiri all’ombra del Vesuvio”, organizzata dal MANN in collaborazione con l’Università “L’Orientale” di Napoli, e al via, sempre al Museo Archeologico Nazionale di Napoli la mostra “Vola alta, parola. Trent’anni di Colophonarte“: un percorso espositivo raffinato e prezioso per ripercorrere il viaggio culturale tracciato dalla casa editrice bellunese che, dal cuore delle Dolomiti, ha esportato simbolicamente, in Italia e nel mondo, un modus ricercato di concepire il libro, inteso non soltanto come oggetto, ma soprattutto come opera d’arte.

Nei volumi, che si potranno ammirare nel Salone della Meridiana del MANN sino al prossimo 11 novembre, sono contenute opere dei più importanti artisti contemporanei italiani e stranieri (tra questi, per citarne solo alcuni: Mimmo Paladino, Enrico Castellani, Arnaldo Pomodoro, Lucio Del Pezzo, Kounellis, Enrico Baj, Emilio Isgrò, Giorgio Griffa, Roberto Barni, Giulio Paolini, Hermann Nitsch).