Un imprenditore di 29 anni ieri è stato vittima di un agguato avvenuto in via Pittore a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. L’uomo è il proprietario di un noto pub della città. La vittima è stata raggiunta alle gambe e a un braccio dai proiettili sparati a distanza da un uomo a piedi. I carabinieri, che hanno effettuato il sopralluogo, stanno indagando sul movente dell’agguato. Lo stesso pub di proprietà del 29 enne era stato preso di mira già lo gennaio, con l’esplosione di una bomba carta.

L’aggressore si è poi dileguato a bordo di un’autovettura, parcheggiata non lontano dal luogo dell’agguato. L’imprenditore è stato soccorso dal 118 e trasportato d’urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico di asportazione dei proiettili e le sue condizioni non destano preoccupazione. Sdegno da parte del sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, che via social ha commentato così la vicenda: “Cari concittadini oggi pomeriggio un giovane imprenditore è stato gambizzato in via Pittore. Le strade erano deserte, i negozi chiusi ed immediatamente le forze dell’ordine, presenti in modo massiccio in città, sono intervenute. Lasciamo lavorare nella massima fiducia gli inquirenti, che in questi momenti stanno vagliando le immagini del sistema di videosorveglianza comunale e quelle di privati. La dinamica è talmente particolare che le forze dell’ordine stanno indagando in ogni direzione e ci auguriamo che nelle prossime ore potremo avere la notizia che il criminale che ha compiuto questo gesto folle si trovi in galera”.