Ha chiuso in casa la convivente, incinta al quinto mese e madre di una bimba di un anno, impedendole di uscire: per questo un uomo di 29 anni è stato arrestato. E’ successo ad Afragola, in provincia di Napoli. A denunciare la situazione ai carabinieri sono stati i vicini di casa.

Con l’aiuto dei vigili del fuoco, i militari hanno forzato la porta di ingresso dell’appartamento di via San Giorgio si sono introdotti all’interno, dopo aver comunicato con la donna attraverso le grate di una finestra. Secondo il racconto della vittima, che non aveva le chiavi dell’appartamento, il compagno la chiudeva in casa ogni volta che lasciava l’abitazione.

Raggiunto telefonicamente dai carabinieri, il 29 enne, che si trovava a Napoli nel quartiere Secondigliano, si è giustificato con scuse banali, affermando di non poter rientrare a casa in tempi brevi. I militari hanno trovato l’appartamento in condizioni igieniche pessime. Inoltre, la donna ha raccontato di non aver potuto sostenuto alcuna visita medica ginecologica e di non uscire di casa da tempo.

Il compagno provvedeva alla spesa e alle altre esigenze familiari. Al suo rientro a casa dopo più di un’ora dalla sollecitazione dei militari, l’uomo è stato arrestato per maltrattamenti e sequestro di persona. La donna e la bambina sono state affidate a una struttura protetta. 

A proposito dell'autore

Barbara Caputo

Post correlati