Tra le tante iniziative del Salone Internazionale del Libro di Torino, spicca Adotta uno scrittore – nata 18 anni fa – che per l’edizione 2020 vede la presenza della Campania, assieme ad altre sette regioni. Il progetto – sostenuto dall’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte in collaborazione con la Fondazione con il Sud – si pone da sempre l’obiettivo di avvicinare giovani studenti alla lettura portando nelle aule degli istituti partecipanti scrittori affermati del panorama letterario italiano.

La bontà di “Adotta uno scrittore” è stata confermata negli anni da numeri eccellenti: 11.521 studenti di 369 classi, 12 case di reclusione, un ospedale e un’università – tutti coinvolti nell’interazione con ben 365 autori diversi. A ciò si aggiunge il fatto che l’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte negli anni ha dato libero accesso al Salone a oltre 140.000 studenti e studentesse.

Una delle novità dell’edizione 2020 riguarda da vicino la regione Campania, che accoglie per la prima volta l’iniziativa in due luoghi: l’Istituto Comprensivo Statale Rita Levi Montalcini di Salerno e la Casa Circondariale Femminile Pozzuoli. Gli autori adottati saranno Manlio Castagna e Paolo di Paolo.

Il programma nazionale, prevede in totale la partecipazione di 35 scrittori – adottati da 10 scuole secondarie di secondo grado, 4 secondarie di primo grado, 4 primarie, 2 università, due scuole del Sud Italia, e 12 scuole carcerarie in tutta Italia: Christian Antonini; Daniele Aristarco; Franco Arminio; Alessandro Baronciani; Mauro Berruto; Lelio Bonaccorso; Mario Calabresi; Gianluca Caporaso; Paola Caridi; Manlio Castagna; Gherardo Colombo; Mauro Covacich; Zita Dazzi; Paolo di Paolo; Luca Doninelli; Fulvio Ervas; Ernesto Ferrero; Bruno Gambarotta; Riccardo Gazzaniga; Alessia Gazzola; Fabio Geda; Espérance Hakuzwimana Ripanti; Marco Malvaldi; Susanna Mattiangeli; Elisa Mazzoli; Antonio Moresco; Daniele Nicastro; Paolo Nori; Domitilla Pirro; Piergiorgio Pulixi; Marco Rizzo; Federico Taddia; Chiara Valerio; Andrea Vico e Massimiliano Virgilio.

Scuola e istruzione sono, o dovrebbero essere, prioritari per qualunque paese che voglia darsi un futuro. Scrittori e studenti, impegnati in un percorso a più tappe, in diverse regioni d’Italia: un progetto di respiro nazionale che anno dopo anno cresce e si rafforza” così si è espresso in merito all’iniziativa Nicola Lagioia, direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino.