Muore l’ultima figlia del filosofo Benedetto Croce. Lidia Croce, terzogenita di Benedetto e Adele Rossi, è morta a Napoli , nella sua casa di via Crispi, all’età di 93 anni.
Insieme alla madre e alle sorelle Elena, Alda e Silvia aveva istituito la Fondazione “Biblioteca Benedetto Croce”, creata nel 1955, per la raccolta e la traduzione delle opere del padre, al fine che non andassero mai perdute e che potessero essere fruibili da tutti nel tempo. Tra i tanti lavori, Lidia ha curato i programmi di edizione delle Opere e dei Carteggi di Benedetto Croce e ha trascritto dal manoscritto autografo, nella ultima stesura, i Taccuini di lavoro del padre.
Sposò Vittorio de Caprariis nel 1949 e dal matrimonio nacque Giulio e in seconde nozze Gustaw Herling, nel ’54, da cui ebbe due figli, Benedeto e Marta.
Il 26 aprile 2014 le è stata conferita dal presidente della Repubblica di Polonia, Bronislaw Komorowski, la “Croce di Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica di Polonia”.
Articolo di:
Assunta Lutricuso