Si è alzato il sipario del teatro Trianon Viviani, ieri 25 dicembre, su Actor Dei (L’attore di Dio), lo spettacolo scritto e interpretato con abilità ed intensità da Attilio Fontana nella parte di Padre Pio, insieme a Mariagrazia Fontana, Francesco Ventura, Antonio Carluccio, Michela Andreozzi e Federico Capranica sulla vita di S. Pio da Pietrelcina. Actor dei non è un musical, ma un opera vera e propria attraverso la quale  emergono chiaramente il tormento interiore, la forza spirituale e la fede di una delle figure più amate ed emblematiche dei nostri tempi. I brani, le musiche, e le coreografie, narrano momenti particolari della vita di questo Santo, descrivendo la storia di un uomo del meridione, e del suo forte legame con la sua terra. I suoi compaesani inizialmente lo ignorano e lo deridono, ma quando, in presenza delle sue opere cominciano a credere in lui, lo difendono dalla stessa chiesa che lo attacca (Vietato celebrare la messa in presenza dei fedeli! Vietato confessare uomini e donne). In ultimo cercano di commercializzare l’attività del prete, anteponendo l’interesse economico al suo messaggio d’amore e di fede, ma la sua risposta è come sempre affidarsi a Dio e continuare con umiltà il suo operato. Padre Pio, al secolo, Francesco Forgione, è, nel corso della sua vita, costantemente spinto dalla volontà di sollevare l’umanità dalle sue sofferenze, forte solo della sua fede e supportato dalla madre fino alla morte di quest’ultima, riuscendo a fondare l’ospedale, la “Casa Sollievo della Sofferenza”.

Lo spettacolo si apre con un sogno fatto da padre Pio da giovane in cui si vede la lotta tra il bene ed il male. La presenza del male, del diavolo, abilmente interpretato dal versatile e bravissimo Lello Giulivo, è il filo conduttore di tutto lo spettacolo, che rivela la vulnerabilità dell’uomo di fronte alle sue paure, insicurezze e tentazioni, e, al tempo stesso, la sua forza, la sua resilienza. La forza e la fede del santo viene trasmessa con entusiasmo da tutto il numeroso cast di giovani e talentuosi artisti, tra attori, cantanti e ballerini.

Uno spettacolo mediterraneo che ha alternato melodie partenopee a musica folcloristica e tarante pugliesi, dando all’opera una vera e propria identità culturale meridionale, i brani musicali sono accompagnati dalle magnifiche coreografie di Orazio Caiti, ed interpretati dalle altrettanto magnifiche voci dei giovani attori. La regia è firmata da Bruno Garofalo, che ha diretto lo spettacolo con efficacia e fluidità. Le coreografie, le canzoni, le musiche, il ritmo serrato dello spettacolo e la scenografia si fondono in maniera tanto armoniosa da creare uno spettacolo che trascina e coinvolge lo spettatore che non può fare a meno di portare il ritmo con i piedi.  Se è vero che la bellezza ci redimerà questo spettacolo è certamente un passo enorme  verso la redenzione e la salvezza.


Il musical è in scena da mercoledì 25 dicembre a lunedì 6 gennaio, tutti i giorni tranne lunedì 30 e martedì 31 dicembre. Le rappresentazioni saranno serali, alle 21, ad eccezione di quelle domenicali, programmate alle 18. 

TEATRO TRIANON

piazza Vincenzo Calenda 9 – Napoli – tel. 081 2258285| fax 081 0124472
http://www.teatrotrianon.org/

Da giovedì 25 dicembre 2019 a lunedì 6 gennaio 2020

Attilio Fontana  in

“Actor Dei – opera musical”

con Lello Giulivo

regia Bruno Garofalo

Il musical sulla vita di San Pio da Pietralcina