Doppia inaugurazione venerdì 19 febbraio a Palazzo Pinto (Arco Catalano), sede della Pinacoteca provinciale di Salerno: apertura del secondo lotto della Pinacoteca, e contemporaneamente, l’opening della mostra A Sud del Barocco

Insieme ai curatori della mostra, il Presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese ha dato il benvenuto alle autorità civili e religiose che sono intervenute venerdì alla cerimonia, nel rispetto delle norme di prevenzione Covid-19. Presenti all’evento il Sindaco della città Vincenzo Napoli, l’On. Piero De Luca e il Presidente della Regione Campania, On. Vincenzo De Luca.
A Sud del Barocco” vuole celebrare la pittura del Seicento meridionale con un viaggio ideale nei luoghi e nella storia artistica ed esistenziale dei massimi artefici del barocco che si concentrano nella Napoli post caravaggesca e che furono protagonisti di quel periodo artisticamente importante, tormentato e affascinante. Il barocco nella pittura irrompe in tutto il meridione con i suoi sguardi, la gestualità drammatica, le luci, il mistico e la fisicità. La scena barocca travolge la pittura e disegna una geografia marcata dei suoi confini estetici, così da trasformare Napoli e il Sud in una grande terra laboratorio e ispirazione d’arte.

La mostra, curata da don Gianni Citro, raccoglie opere di Battistello Caracciolo, Carlo Sellitto, Filippo Vitale, Massimo Stanzione, Andrea Vaccaro, Luca Giordano, Francesco Solimena e di altri maestri, in un itinerario espositivo di grande suggestione che – come sottolineano i curatori – “in tempo di pandemia, è come una iniezione di bellezza che ci restituisce vigore e speranza“. Nel rispetto della normativa nazionale e regionale di prevenzione da Covid-19, con la nostra Regione diventata zona arancione, naturalmente si è passati alla chiusura temporanea. In questo caso si procederà a prorogare l’apertura al pubblico che attualmente è prevista fino al 9 maggio 2021.

Per informazioni visitare il sito www.scabec.it/asuddelbarocco.