E’ stato il grande cuore di due salernitani, Carlo Mario Turchino, ad organizzare a Salerno il muro della gentilezza. I due giovani, tatuatori di professione, davanti al loro negozio, zona orientale della città, hanno allestito una parete di abiti per i bisognosi. Il social poi hanno fatto il resto: sulla pagina facebook di Carlo Turchino il post è stato letto e recepito da molti concittadini. “Forse non capiranno – spiega il giovane nel suo post – ma sono stato io ad essere felice oggi nel vedere quelle umili persone prendersi ciò che gli poteva servire, ed altre lasciare abbigliamento al muro della gentilezza. Anche se c’erano un bel po’ di indumenti ne sono rimasti pochi”.

Così, in via Sichelmanno sono spuntati, appesi al muro di un palazzo, abiti, soprattutto maglioni e cappotti, per coloro che vivono in strada e ne hanno più bisogno. Nel giro di poche ore sono stati in tanti che, a Salerno, hanno risposto ai due giovani e hanno donato giubbotti, piumini e cappotti. ‘‘Un grazie anche a chi ha promesso di portare qualcosa ( nessuna traccia) Anche lasciare un cappello.. dei guanti una sciarpa.. e sempre ben accetto – si legge poi sul profilo social di Carlo Turchino –. Dei piccoli gesti.. se fatti lasciano sempre un enorme piacere a se stessi Vi aspetto”.