Tutte le attività commerciali e di ristorazione di Pozzuoli saranno esonerate per otto mesi dal pagamento della Cosap, la tassa di occupazione di suolo pubblico.  Lo ha stabilito l’amministrazione comunale. Inoltre si potrà chiedere una nuova autorizzazione o un ampliamento dello spazio già concesso, nel rispetto di alcuni parametri, sempre a costo zero. La decisione dell’amministrazione comunale è avvenuta in accordo con la maggioranza del civico consiglio. In pratica è stato approvato un atto deliberativo che recepisce il Decreto Legge del 19 maggio e dispone “ulteriori misure, di natura emergenziale, temporanea ed eccezionale, al fine di favorire la ripresa delle attività economiche sospese con il Dpcm del 10 aprile 2020”.

A Pozzuoli l’esenzione, che rimarrà in vigore fino al 31 ottobre prossimo, comprenderà anche i mesi di marzo ed aprile, in cui le attività sono rimaste chiuse. Per richiedere l’esonero sarà necessario presentare un’istanza al comune oppure inviarla per via telematica. Per l’utilizzo di ulteriori spazi è richiesto di garantire viabilità pedonale, rispetto delle norme del Codice della Strada per la sicurezza della circolazione veicolare e diritti di accesso alle proprietà private e alle aree condominiali.