Una coppia di genitori, lui un 43enne di Scafati e lei 40 anni di Pompei, hanno denunciato la clinica di Pompei dove avevano deciso di far nascere la loro primogenita.

La bimba è nata morta, nonostante nelle ore precedenti al parto non c’erano stati segnali negativi o qualcosa che abbia potuto far pensare ai medici che di lì a poco si potesse consumare la tragedia.

Ad allarmare il personale medico della clinica è stato il tracciato di controllo, che non ha ravvisato nessun segno vitale. A quel punto, come da procedura, i medici hanno indotto il parto e hanno constatato l’assenza di battito per la piccola.