I segnali del mercato sono attualmente ”troppo deboli per consentire una continuità”, così è rinviata nello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco l’inizio della produzione della Panda. Ad annunciarlo i sindacati. A differenza delle previsioni lo stabilimento, a causa di un mercato ancora dell’auto ancora troppo debole, non riaprirà i battenti il prossimo 8 giugno, riportando al lavoro la maggioranza degli operai, parte dei quali sono già impegnati nelle attività legate alla produzione Sevel.

L’azienda, nonostante la Panda sia l’auto più venduta in Italia, ha comunicato ai sindacati il rinvio a data da destinarsi della ripresa della produzione della Panda, sottolineando che al momento “non è ancora possibile indicare una data per ripartire in continuità”.