Carte d’intentità e banconote, fresche di stampa sempre pronte all’occorrenza. La polizia ha smascherato una vera e propria ‘fabbrica’ in via Carriera Grande, all’interno dell’abitazione di Vincenzo Russolillo, già noto alla Polizia per fatti analoghi. L’uomo è stato arrestato dagli agenti del commissariato Vicaria Mercato in seguito a controlli scattati dopo che sul pc dell’uomo rimasto acceso, copia di una patente di guida di una donna di colore.

Tanto è servito ad insospettire gli agenti che hanno intensificato i controlli nei confronti di Russolillo e hanno trovato altri documenti di identità in bianco e mancanti del numero poligrafico, numerose tessere plastificate di colore bianco utilizzate per patenti e permessi di soggiorno, una pen drive, due fogli contenente circa 150 bolli di diritti di segreteria del municipio di Napoli. Infine sono state rinvenute nell’abitazione dell’uomo numerose carte di circolazione in bianco risultate rubate dalla motorizzazione di altre città e molti certificati di assicurazione contraffatti.