Sono ripartite ieri due linee tram che collegano la zona Orientale di Napoli con il centro cittadino. I tram dell’azienda Anm sono la linea 2, che collega San Giovanni a Teduccio a piazza Nazionale, e la linea 4, da corso San Giovanni a via Cristoforo Colombo e completano la rete delle linee tranviarie partenopee insieme alla linea 1, già funzionante da inizio 2020. “Era un risultato complicato, non facile, ma importante che dà il segno di quanto sia viva questa azienda. È soprattutto un servizio che torna ai cittadini che ne sentivano la mancanza”, ha spiegato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, intervenendo ieri alla presentazione nel deposito Anm dell’area orientale.

Con la riattivazione delle due linee sulla Linea 1, che collega piazza Municipio a Poggioreale, sono operativi sei tram Sirio con frequenza ogni 12 minuti. Sulla Linea 4 (San Giovanni – Piazza Municipio) sono attivi quattro tram Sirio con frequenza ogni 15 minuti e su Linea 2 (San Giovanni-piazza Nazionale) due tram Ctk con frequenza ogni 25 minuti. In totale per le tre linee, al momento, considerando il servizio ridotto causa Covid, saranno impiegati dieci Sirio e due Ctk su una flotta complessiva di 36 tram a disposizione di Anm. I programmi di esercizio verranno poi aggiornati seguendo le direttive del governo e della Regione Campania.

Lavoriamo per migliorare i servizi di mobilità per i cittadini – ha detto l’amministratore unico di Anm Nicola Pascaleseguendo le direttive sull’emergenza Covid e per renderli sempre più a “impatto zero”. Abbiamo una flotta complessiva di 36 tram, di questi contiamo di metterne in circolazione la metà nell’arco di un mese, un mese e mezzo. Prosegue anche lo sguardo di Anm alla mobilità elettrica privata: sta proseguendo l’istallazione delle colonnine di ricarica nei nostri parcheggi che saranno un punto nevralgico per i pendolari che lasciano lì l’auto per lavorare e la riprendono ricaricata a fine giornata”.

I tram Sirio sono climatizzati, dotati di conta persone e hanno una capienza, a pieno carico, di 155 passeggeri che, per via delle restrizioni Covid è al momento di 77 persone. Tra i mezzi Ctk, invece, c’è anche il “tram dei desideri”, dipinto dalle due artiste americane Nicolina Tyler e Jade Fusco nel 2013 e ora pronto a tornare in esercizio con i suoi colori. “Anm prosegue il processo di modernizzazione ed organizzazione dell’azienda, che dovrà consentire il miglioramento del servizio– ha aggiunto Amedeo Manzo, amministratore unico di Napoli Holding –. Il Covid ha messo a dura prova il progetto di rilancio, ma sono fiducioso in un futuro positivo”.