Su iniziativa di Annamaria Palmieri ed Enrico Panini, rispettivamente Assessora all’Istruzione e Vicesindaco e Assessore ai Trasporti del Comune di Napoli, è stato definito il piano che dedicherà alcune linee del trasporto pubblico cittadino esclusivamente agli studenti.
Oggi, 1 settembre, riapriranno inoltre asili nido e scuole materne: il personale docente e non docente è tenuto all’uso delle mascherine, distribuite negli ultimi giorni agli istituti delle 10 Municipalità.

Il progetto si chiama Anm School, serve a prevenire il sovraffollamento dei mezzi di trasporto e debutterà con l’apertura del nuovo anno scolastico. All’incremento della richiesta di mobilità si risponderà con percorsi snelliti, 9 linee scolastiche dedicate senza fermate intermedie, 30 bus dedicati, 50 turni di guida al giorno e potenziamento dell’interscambio modale gomma-ferro per distribuire la domanda scolastica tra le diverse opportunità di trasporto. Questi i percorsi specializzati e velocizzati, scelti in base allo studio delle esigenze di trasporto degli ultimi anni:
1) Linea 180: Secondigliano/Scampia – plesso Universitario M. S. Angelo e Fuorigrotta
2) Linea C33: Arenella/Vomero – plesso Universitario M. S. Angelo e Fuorigrotta
3) Linea 615: Campi Flegrei – plesso Universitario M. S. Angelo e Fuorigrotta
4) Linea R6: Pianura – plesso Universitario M. S. Angelo e Fuorigrotta
5) Linea C14: Pianura/Bagnoli/Tecchio – plessi scolastici di via Terracina/viale Kennedy
6) Linea 681: Pianura – Istituto Tecnico Industriale Giordani di via Caravaggio
7) Linea 673: San Giovanni FS – istituti di viale 2 Giugno (Ponticelli)
8) Linea 683: Secondigliano/Scampia – istituti scolastici di via Don Bosco
9) Linea 169: Via Stadera – istituti scolastici di corso Malta/via Casanova.

Negli ultimi giorni, in vista della riapertura odierna di asili nido e scuole dell’infanzia, alle scuole delle 10 Municipalità sono stati distribuiti, complessivamente, oltre 21 mila mascherine chirurgiche; 2400 mascherine FPP2 per quanti rileveranno la temperatura frontale; 120 pistole per la rilevazione della temperatura; 1200 litri di liquido igienizzante e relative colonnine e 600 rotoloni di carta e di carta igienica. 100 dipendenti di Napoli Servizi, inoltre, appositamente formati, rileveranno la temperatura all’ingresso degli edifici, i cui spazi interni sono stati contrassegnati da segnaletica orizzontale, per un’equa distribuzione.