I giorni 11 e 12 settembre pv si terrà a Napoli, presso l’Hotel Royal Continental, Via Partenope, il 7° Congresso Nazionale dell’Accademia Italiana di Citologia Nasale (A.I.C.NA.), sotto l’egida del Ministero della Salute, dell’Ordine dei Medici della Provincia di Napoli e dell’Ente Provinciale per il Turismo sia per l’importante interesse scientifico, sia per la notevole valenza che questo congresso ha nel divulgare la vocazione di un turismo congressuale, cui Napoli è deputata. Le precedenti edizioni si sono tenute a Cremona, Cagliari, Trapani, Pallanza, Torino e Vasto.
Il ruolo dell’Accademia è quello di: rappresentare la Citologia Nasale in Italia e all’estero elevando il prestigio italiano in questa disciplina; approfondire e divulgare tra i propri iscritti le conoscenze e gli sviluppi tecnologici raggiunti in Citologia Nasale con l’ausilio della chimica, della biochimica, della genetica, della biologia molecolare, etc.
Il congresso ha lo scopo primario di esporre le nuove procedure e metodiche di studio in ambito rinocitologico al fine di perfezionare ed arricchire di nuovi spunti ed informazioni questa disciplina.
Al convegno parteciperanno studiosi di varie discipline che affronteranno le varie problematiche inerenti alla patologia nasale, attraverso l’osservazione delle cellule del naso. Si parlerà del rapporto tra naso e reflusso gastroesofageo, delle modificazioni cellulari nasali durante le infezioni. Del rapporto tra cellularità nasale e oculare; saranno approfonditi anche alcuni aspetti relativi alle nuove frontiere della terapia antiinfiammatoria. Inoltre, c’è anche lo spazio per un po’ di storia e filosofia. Infatti è prevista una relazione che contempla l’evoluzione dello studio rinologico nel pensiero aristotelico.
Sarà un momento di alto valore scientifico la cui funzione è quella di mettere un punto fermo da cui
partire per ulteriori ricerche.