Per circa 30 anni una famiglia del napoletano, con la complicità del loro commercialista, hanno determinato i fallimenti di 4 società di ristorazione avvalendosi di «teste di legno», per evitare di pagare imposte e contributi. 

Questa mattina il blitz della Guardia di Finanza di Napoli, ha messo fine a questa truffa. Nell’ambito di una inchiesta della Procura di Napoli relativa a presunti «fallimenti pilotati» di società di ristorazione, le fiamme gialle hanno notificato 4 divieti di dimora ad altrettanti indagati e messo sotto sequestro preventivo di un’azienda.

Le misure sono state eseguite dai finanzieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Napoli tra Napoli, Portici e Quarto, nel Napoletano.