Quattro persone indagate per l’omicidio di Ciro Maisto, avvenuto a Napoli il 6 agosto 2008 all’interno della villa comunale di Secondigliano, sono state arrestate dai carabinieri di Napoli.

I quattro arrestati sarebbero i mandanti, gli organizzatori e gli esecutori materiali del delitto, che si inserisce a margine della cosiddetta seconda faida di Scampia ma che in realtà viene ricondotto a un’epurazione interna al clan Di Lauro. In particolare la vittima aveva messo in discussione la leadership del clan, in quel momento retto da Marco Di Lauro, latitante ma presente sul territorio. Per questo fu attirata in un tranello da altri affiliati, che lo hanno ucciso esplodendogli contro vari colpi di pistola.

Le indagini, condotte dai militari, sono fondate su intercettazioni, dichiarazioni di collaboratori di giustizia e riscontri oggettivi, che hanno consentito di arrivare all’arresto.