Alla chiusura del sito nell’area nord di Napoli, fissata al 31 luglio, si arriva dopo una serie di lavori avviati nell’aprile 2018 per un valore complessivo di circa 3 milioni e mezzo di euro. Oggi nella discarica c’è stato un sopralluogo del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, dell’assessore all’Ambiente, Raffaele Del Giudice, dei rappresentanti di Asia, Sapna e Città metropolitana di Napoli.
Motivo della chiusura definitiva è quello di scaricare il gas metano sviluppatosi durante la degradazione dei rifiuti e di prevenire l’infiltrazione di acqua piovana per fermare la contaminazione e la generazione di un eccesso di percolato inquinante all’interno del corpo della discarica, oltre a formare un substrato idoneo alla crescita della vegetazione naturale ed essere topograficamente compatibile con l’ambiente circostante.