A Chiaia, una galleria di alberi

Nella zona Chiaia di Napoli, nella via omonima, esiste un pezzo di strada tutto verde, in cui le chiome degli alberi, piantati sui due lati opposti, son cresciute molto in altezza e, curvandosi, si sono intrecciate.

È il tratto che va, all’incirca, da Palazzo Cellamare, che si vede poco distante, e il cinema Metropolitan, fino all’angolo con Via Filangieri, a due passi dalla chic Piazza dei Martiri.

Attraversandolo, se proviamo a muovere i nostri passi volgendo lo sguardo verso l’alto, vediamo tanto verde, con qualche sprazzo soltanto di luce del sole e di azzurro del cielo. E se ci mettiamo in ascolto, anche senza sforzarci, la melodia che arriva alle nostre orecchie, è un intenso concerto di cinguettanti pennuti.

Se associamo quest’ultimo fatto a “Gli uccelli” di hitchcockiana memoria, allora un senso di inquietudine ci può sorprendere. Se invece valutiamo quanto assai raramente in questa città, guardando in su, vediamo cose diverse da edifici e altrettanto di rado ascoltiamo suoni che non siano strombazzanti clacson e rombi di motori, ecco che allora ci godiamo la specialità di questi pochi metri.

Col caldo estivo, poi, diventa un breve passaggio di fresco ricovero, da cui con difficoltà ci si riesce ad allontanare.

Insomma, una “galleria del verde“, popolata da uccellini che chiacchierano allegramente, in pieno centro cittadino, è un dono che ci piace davvero molto!

Luciana Pennino