Il 27 gennaio 2019 a Cardito veniva massacrato il piccolo Giuseppe, per mano di Tony Essobti Badre, compagno della madre Valentina Casa. I due sono sotto processo a Napoli, il primo per omicidio, tentato omicidio e maltrattamenti, la seconda per comportamento omissivo.

Cardito si prepara a ricordare quella barbara uccisione così il sindaco, Giuseppe Cirillo, ha invitato l’intera cittadinanza ad una messa in suffragio del bimbo, che si terrà domenica prossima, 26 gennaio, alle 18:30 nella Chiesa Sacro Cuore.

Un episodio ancora vivo nei nostri cuori, ferita che sanguina e fa male come il primo giorno – ha commentato il sindaco -. Subito dopo la messa ci sarà una fiaccolata, andremo tutti assieme ad inaugurare la piazzetta che lo ricorderà luogo dedicato a tutti i bambini dove, in modo immaginario, potranno giocare insieme al piccolo Giuseppe su giostrine che abbiamo installato”.

Oltre alle giostrine, due panchine, una blu ed una rossa, colori che rappresentano la lotta alla violenza sui bambini e sulle donne. La targa sarà scoperta dal sindaco e dal vescovo della diocesi di Aversa Monsignor Spiniello.