Si terrà a Capri domenica prossima l’interessante incontro dal titolo “Come uscire consapevolmente dalla vita? Disposizioni Anticipate di Trattamento e Suicidio Assistito tra Norme, Etica e Società”. Dalle 10.00 alle 13.00 nel Centro Internazionale dei Giardini della Flora Caprense, nella Sala L. Pollio, si parlerà del tema dell’End of Life, promosso e ideato da Maria Rosaria Romano, Vice Presidente dell’associazione napoletana Marin Mersenne. Ad introdurre il convegno sarà il sindaco di Capri dott. Marino Lembo che porterà ai partecipanti i saluti personali e dell’amministrazione comunale.

‘’Questo progetto – spiega Rosa Romano intende proporre la globalità delle questioni bioetico-sociali al pubblico dei cultori e degli interessati in maniera semplice, alla luce dei principi di base, secondo la visione della Bioetica Personalista, al fine di guidare alcune scelte pratiche nelle delicatissime situazioni di rilevanza in ambiti bioetici e di bioetica ambientale. Ed è questa la ‘sfida’ lanciata da Capri, cioè quella di contrastare la cultura dello scarto, a cui sarà dedicata la sessione del prossimo 10 novembre. L’agire umano è sempre intessuto di domande etiche! Per questo, insieme, cercheremo le risposte indagando la scienza, alleata della verità, al servizio della vita”.

Grazie a questo primo meeting l’isola di Capri diverrà la vetrina internazionale delle questioni relative ai rapporti tra Bioetica e Diritti Umani. (Bioethics and Human Rights), realizzando così il progetto che porta avanti la Vice presidente dell’associazione, Maria Rosaria Romano, che ha scelto Capri come sede e capitale “dell’International Bioethical Festival Research”, come continuum di una tradizione da conservare e rilanciare che fa dell’isola un crocevia tra Cultura Etica, Ricerca e Scienza.