Venerdì 7 giugno l’Ateneo partenopeo compie 795 anni dalla fondazione e festeggia con eventi e premiazioni

Riceviamo e con piacere diffondiamo

Le parole del rettore Gaetano Manfredi

«Gli eventi organizzati per la giornata del 7 giugno intendono celebrare Federico II e i settecentovantacinque anni dalla fondazione dell’Ateneo. La storia di questa antica Università è narrata anche dai luoghi, dagli edifici, dalle aule, che testimoniano il lavoro e l’impegno profuso nel tempo da quanti in essa hanno lavorato e studiato.

Passeggiare per la Federico II significa scoprire uno straordinario patrimonio storico e culturale fatto di architetture antiche e moderne, tesori artistici, e giardini diffusi sul territorio cittadino e regionale.

Con le cerimonie di premiazione degli Studenti Meritevoli, i giovani che oggi si stanno formando, e dei Laureati Illustri, protagonisti della vita contemporanea, anche quest’anno la festa del 7 giugno conferma che l’Università degli Studi di Napoli Federico II, oggi come in passato, continua ad assolvere con assiduità e qualità al compito istituzionale che ha immaginato il suo fondatore

Le premiazioni

Fulcro della giornata di festeggiamenti di “Buon Compleanno Federico II” è, infatti, la premiazione degli studenti meritevoli e dei laureati illustri. Questi ultimi sono: Alberto Cutillo, Angela Falciatore, Pietro Greco, Alessandra Losito, Maurizio Manfellotto, Filippo Patroni Griffi e Francesco Pinto.

In occasione della loro premiazione, ci sarà anche un video-intervento di Roberto Carlino, giovanissimo ingegnere aerospaziale federiciano che fa parte dell’equipe del progetto Astrobee che ha ideato e costruito il robot che aiuterà gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale (Iss), e lavora nel centro Ames della Nasa in California.

Una mostra di mura greche

“Ogni anno il compleanno di Federico è caratterizzato dalla riscoperta di pezzi di storia – sottolinea il prorettore De Vivo; quest’anno la riscoperta più significativa è la presenza della mura greche all’interno del nostro edificio centrale, perché è come se questo ‘studio’ di Federico (come l’università veniva denominata nell’antichità) avesse assunto in sé, inglobato, la storia di una città che è iniziata con le prime migrazioni dei greci in occidente e quindi arriviamo al settimo sesto secolo. Una storia, quindi, che è molto più lunga degli otto secoli, ma che addirittura risale alla storia stessa di Partenope poi Neapolis.”

Sul recupero delle mura greche il 7 giugno verrà allestita una mostra nell’atrio della sede centrale della Federico II.

Premiazione del contest fotografico

Un’altra premiazione riguarderà il contest fotografico promosso dal Comitato Unico di Garanzia – CUG Unina II Edizione, che aveva per tema “Ambiente. Ambienti. I luoghi dell’esperienza universitaria“, al quale hanno partecipato gratuitamente, con foto a colori o in bianco e nero, originali e inedite tutti coloro che appartengano alla comunità universitaria federiciana in qualità di studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico – amministrativo. Hanno partecipato al concorso anche alcuni studenti del Polo Universitario Penitenziario regionale per i detenuti della Campania, inaugurato a giugno 2018.

Il concerto di Enzo Gragnaniello

La giornata di eventi si concluderà nel Cortile delle Statue (sito federiciano di via Paladino, 39) con il concerto di presentazione dell’ultimo disco di Enzo Gragnaniello, dal titolo “Lo chiamavano vient’ ‘e terra“. Lo spettacolo è a ingresso libero, fino ad esaurimento posti (l’apertura dei cancelli è alle 19.30).

La manifestazione verrà seguita, come ogni anno, dagli studenti di F2 Radio Lab, il laboratorio radiofonico d’Ateneo.

Tutti gli eventi della manifestazione sono aperti alla città.

Il programma dettagliato della V edizione

Alle 14.30, è proprio dagli studenti che partiranno i festeggiamenti, nell’aula Pessina della Federico II, in corso Umberto I, 40: Concetta Giancola, Presidente del Comitato Unico di Garanzia, premierà i vincitori del Contest fotografico “Ambiente. Ambienti. I luoghi dell’esperienza universitaria”, organizzato dal Comitato Unico di Garanzia.

Alle 15, in aula De Sanctis, il rettore Gaetano Manfredi, il prorettore Arturo De Vivo, il Presidente Scuola di Medicina e Chirurgia, Luigi Califano, il Presidente Scuola delle Scienze Umane e Sociali, Aurelio Cernigliaro, Giuseppe Cringoli, Vicepresidente Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria e il Presidente Scuola Politecnica e delle Scienze di Base, Piero Salatino consegneranno i Premi “Buon Compleanno Federico II” a 33 studenti meritevoli.

Alle 16.30, nell’Aula Magna Storica, il rettore Manfredi, con il prorettore Arturo De Vivo e i Presidenti delle 4 scuole dell’Ateneo, premieranno i Laureati Illustri Alberto Cutillo, Angela Falciatore, Pietro Greco, Alessandra Losito, Maurizio Manfellotto, Filippo Patroni Griffi e Francesco Pinto, e saranno gli studenti meritevoli, premiati per le aree corrispondenti a quelle degli illustri, ad introdurre gli ex alunni federiciani, come in un passaggio di testimone. Seguirà un video intervento del giovane ingegnere aerospaziale federiciano Roberto Carlino, chelavora nel centro Ames della Nasa in California.

Alle 18,30, sullo Scalone della Minerva, ci sarà un intermezzo musicale del Coro Polifonico Universitario Federico II, composto da studenti, professori e personale non docente dell’Ateneo.

Alle 20, nel Cortile delle Statue, verranno letti dei brani dal volume “Passeggiando per la Federico II“. La lettura verrà introdotta dai saluti del rettore Manfredi e del prorettore De Vivo.

A seguire, alle 20.30, sempre nel Cortile delle Statue, i festeggiamenti si concluderanno con il concerto di Enzo Gragnaniello “Lo chiamavano vient’ ‘e terra’, con supporter Lorenzo Girotti”.

Con il patrocinio di Regione Campania e Comune di Napoli

per info: http://www.buoncompleannofederico.unina.it/