Martedì 9 febbraio, alle ore 19:15 presso il Sottopalco, caffè letterario del teatro Bellini, Valeria Parrella incontra il pubblico per la presentazione di “Assenza. Euridice e Orfeo“, libro da cui è tratto lo spettacolo teatrale “Euridice e Orfeo“, in scena al Teatro Bellini dal 9 al 14 febbraio. Conversa con l’autrice lo scrittore Massimiliano Virgilio.

Ingresso Libero.

Valeria Parrella rielabora il mito di Orfeo ed Euridice proponendone una lettura in chiave contemporanea: «Gluck, Anouilh, Cocteau per le scene, ma anche Bufalino, Pavese: ognuno ha una risposta diversa su quell’ultimo voltarsi di Orfeo, sul perche? lo fa. Commovente il passaggio di Rilke, forse tratto dalla visione di un bassorilievo custodito qui: nel Museo Archeologico di Napoli. Respexit dice la tradizione (di Virgilio nelle Bucoliche e Ovidio nelle Metamorfosi): e a questo verbo, che non ha un equivalente in italiano, perche? significa “si volto? indietro”, ma che contiene in se? anche la radice del “respectum”, del rispetto, io ho dato credito e seguito; cosi? come a quel bassorilievo, in cui compare un Hermes, assieme a Euridice e Orfeo. Ho scritto – conclude l’autrice – una novella che diventa un testo teatrale, una storia non realistica: piuttosto orientata alla filosofia e alla psicologia della perdita e dell’elaborazione del lutto».