NAPOLI-Realtà di supremazie psicologiche, Napoli, individui racchiusi nei propri loculi, singole esistenze che si incontrano. E’ “Bambolina”, lo spettacolo diretto e scritto da Gianni Spezzano in scena al Nuovo Teatro Sanità, a partire da domani, alle 21.00. fino alla giornata di domenica (18.00). Drama che ritorna sulla scena dopo il successo ottenuto all’E45 Napoli Fringe Festival. Realtà difficili dalle quali sembra difficile fuoriuscire, lasciarsi alle spalle. Quella presentata è la storia di Genny aggrappato, irretito a questo mondo; incontrerà Nicole alla quale si legherà come ancora di salvezza, e spiraglio di luce. Un incontro che si esaurisce tra l’amore e droga. Poi c’è il deus ex-machina, Lello, poliziotto corrotto che conosce lo Stato e lo Stato di fuori.

La produzione è di Cerbero Teatro, realtà che nasce dall’incontro/scontro, dalla “scelta” di incontrarsi, tra Spezzano e Cristel Checca, attori reduci dalla finale di Premio Scenario, con a seguito una doppia regia di “2001 Odissea sulla terra”, attualmente attivi in televisione con la serie “Zio Gianni” (Checca) e “Gomorra” (Spezzano).

Scritto e diretto da Gianni SPezzano, con Ivan Castiglione, Cristel Checca, Rocco Giordano e Adriano Pantaleo.