Ripartiranno a breve, almeno stando alle intenzioni, gli interventi di risanamento ambientale di quella fascia costiera del Cilento, che racchiude i comuni di Camerota, Vibonati e Sapri.

E’ stato approvato in Giunta il programma dei lavori per la cui realizzazione verranno stanziati 20 milioni di euro, a valere sulle risorse ancora disponibili dell’intervento metanizzazione del Cilento. I Comuni in questione sono stati inclusi nel Programma generale che prevede la dotazione di una rete di distribuzione del gas metano, ma non sono stati ancora oggetto di finanziamento. Nel dare la notizia del completamento del piano di metanizzazione della costa cilentana, nella giornata di martedì 28 luglio, il Presidente Vincenzo De Luca ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Abbiamo deciso dopo il sopralluogo della settimana scorsa lungo la fascia costiera tra Camerota e Sapri, di confermare subito l’impegno per finanziare e realizzare le indispensabili opere di risanamento vista anche la criticità verificate in alcuni territori. Per questo oggi in Giunta abbiamo approvato un piano da 20 milioni di euro, uno sforzo finanziario importante per far partire al più presto gli interventi mantenendo l’impegno assunto“.

Dal 2014 a oggi lo Stato, di anno in anno, ha stanziato fondi per far giungere il metano nel Mezzogiorno. Da almeno tre anni, la Regione Campania si è impegnata in prima persona per la creazione di una bretella attraverso la quale far confluire questo gas naturale nelle aree del Cilento che non erano state raggiunte dagli interventi precedenti.