081 604 …
Tutututututututùùùùùùùùùùùù
Sarà occupato o sarà guasto.
Strano. Neanche finire il numero…
081 604 …
Tutututututututùùùùùùùùùùùù
Niente, riproverò.
Guai se, giunto a casa, mamma che non mi aspetta, le procurassi un colpo.
Tre anni, tutto d’un fiato. Wolfsburg, Germania. Io e la catena di montaggio.
Un salto una volta tanto, sporadicamente, al Kulturhaus, per ricordare non dico il profumo del mare di casa nostra, ma come è fatto un pesce che non abbia il sapore e la durezza dell’ acciaio.
Ah, mamma, quella spigola all’acqua pazza che so di trovare e che solo tu sai come fare…
Riprovo, sorpresa si, ma annunciata. Guai se poi non dovessi trovare la spigola…
081 604 …
Tutututututututùùùùùùùùùùùù
Niente ancora…
Caspita! Ma perchè neanche gli ultimi numeri?
Papà avrà dimenticato di pagare la bolletta? Ahahahaha… Con la testa che si ritrova, non mi meraviglierei. Il mio vecchietto, solo davanti al mare di Santa Lucia nella sua eterna battaglia con lo “squalo”, novello Hemingway che alla fine non lo cattura mai. Ahahahahah…
Rifaccio, va…
081 604 …
Tutututututututùùùùùùùùùùùù
081 604 …
Tutututututututùùùùùùùùùùùù
081 604 …
Tutututututututùùùùùùùùùùùù
Sono le 19,45 e di solito papà sta a guardare in televisione il tempo registrato della partita di calcio e mamma come al solito a preparargli la cena… Mah… Ci sarà una festa a via Poggioreale? Saranno finalmente usciti i miei Giulietta e Romeo?
Strano… Ma dai che l’ho detta la sciocchezza… I due vecchietti di sera e fuori casa oggi che è il 23 novembre col freddo che fa non ce li vedo proprio.

081 604 …
Tutututututututùùùùùùùùùùùù
081 604 …
Tutututututututùùùùùùùùùùùù
Nulla. Manco si fosse succieso nu terremoto…

foto di Peppe Di Donato – testo di Carlo Fedele