HAVANAPOLIS: La Havana e Napoli a confronto

dal  mercoledì 27 maggio 2015  presso Società Dante Alighieri
Casa Garibaldi _ La Havana _ Cuba

curatori: Carmine Gambardella e Giuseppe Klain

La mostra HAVANAPOLIS propone una lettura dei modelli di sviluppo urbano
e culturale che furono concepiti dalla comune tradizione spagnola e una
riflessione sul loro attuale significato.
Un viaggio attraverso città e aree metropolitane per mettere in luce
somiglianze, differenze e contrasti di due culture sorprendenti.

La mostra è articolata in due sezioni differenti: la presentazione del
Sistema Informativo Multidimensionale dell’Avana Vieja ed una
esposizione fotografica “Havanapolis”.

avana

1) Il Sistema Informativo Multidimensionale dell’Avana Vieja,
sviluppato in collaborazione con l’Officina del Historiador e la
Facoltà di Architettura dell’Avana, già presentato in anteprima
durante il Curso de Restauracion, realizzato con la Società Dante
Alighieri ad aprile 2012 all’Avana.
2) Il lavoro fotografico “Havanapolis” che racconta le similitudini di
queste due città, entrambe città di mare, dominate per secoli dagli
spagnoli, con abitanti e luoghi espressione di culture molto simili.

Havana

Se da un lato la mostra testimonia la similarità delle due città, per
via del loro appartenere ad una comune tradizione spagnola, essa mette
anche in luce le differenze fra i due popoli e le modalità del loro
attuale sviluppo, teso a confrontarsi con la logica dell’economia
globale di mercato, con la rapida crescita della popolazione, la
densità urbana, i trasporti, il pluralismo etnico-culturale ecc.
In tempi più recenti, sia a Napoli che a l’Avana, gli stili
architettonici ufficiali proposti dalle due città non sono più
pubblicamente, per motivi diversi, associati con l’idea di modernità,
come lo erano in passato. Emblematicamente entrambe le città si
confrontano con il problema di promuovere la loro identità come
“monumenti” nazionali.
Entrambe inserite nella World Heritage List dell’UNESCO.

Havana

Havanapolis descrive queste due storie, analizzando il tessuto urbano,
il suo sviluppo, le emergenze storico monumentali dell’architettura e
del territorio, i valori materiali ed immateriali.
Il titolo HAVANAPOLIS (ovvero Havana Neapolis) suggerisce a sua volta un
legame di continuità e contaminazione tra le due culture.

Napoli e l’Avana sono sempre state al centro d’importanti campagne
fotografiche grazie al particolare contesto culturale e soprattutto alla
fama dei rispettivi centri storici. La lettura della città contemporanea è affidata agli scatti di Giuseppe Klain, che dal 2010 al 2015 ha realizzato varie campagne
fotografiche a Cuba.

havana

Havanapolis è un progetto fotografico fuori dal tempo che racconta le
esperienze, le culture, le architetture e le similitudini di due città
che pure affacciandosi su mari diametralmente opposti, mostrano una
forte vicinanza. Dominate e governate entrambe dagli spagnoli, entrambe
città di porto, punto di incontri, di scambi e di contaminazione,
capitali floride, due realtà molto forti fatte di quartieri simili,
stessi vicoli, stesse case. Il progetto si compone di 30 fotografie dell’Avana e 30 fotografie di Napoli in formato A3, e di 20 pannelli 70 x 100 cm che documentano il
Sistema Informativo Multidimensionale dell’Avana Vieja.

Havana

L’esposizione, curata da Carmine Gambardella, direttore del
Dipartimento di Architettura Luigi Vanvitelli della SUN Seconda
Università degli studi di Napoli e da Giuseppe Klain professore di
Design Multidimensionale presso il Dipartimento di Architettura Luigi
Vanvitelli, sarà presentata dalla Professoressa Giuseppina Moscatelli
Direttrice del Comitato dell’Avana della Società Dante Alighieri.

INFORMAZIONI:
Arch. Alessandro Ciambrone
International Office
Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale
Luigi Vanvitelli
e-mail: international.architettura@unina2.it