Caravaggio completo: la flagellazione di Cristo

Il periodo napoletano

Nella Flagellazione di Cristo, nel museo di Capodimonte, Caravaggio, esegue un formato ben consolidato nella disposizione delle figure. Il precedente più influente è quello dell’affresco della Flagellazione di Sebastiano del Piombo del 1516 a San Pietro in Montorio a Roma, sulla base di disegni preparatori di Michelangelo. Caravaggio ha preso l’affresco come suo modello generale, e come il modello specifico per la posa della testa, delle braccia, e del busto di Cristo.

imgres

Tipicamente, tuttavia, ha eliminato gli spettatori superflui, ha ridotto l’architettura  alla singola colonna centrale di stabilizzazione, e utilizzato una tavolozza austera con neutri caldi e toni dell’incarnato. Il repoussoir è un’aggiunta, ma non invenzione di Caravaggio. In lontananza derivato dall’antica Arrotino, la figura aveva già fatto la sua comparsa in un certo numero di stampe e dipinti in particolare, con più vestiti più colorati, sulla tela di Alessandro del Barbiere del 1566 nella chiesa di Santa Croce, Firenze. La posa della parte superiore del corpo e le braccia del carnefice a sinistra sembrano essere stati copiati esattamente dalla foto di Santa Croce, anche se Cristo e l’uomo sulla destra, che sta stringendo le sue catene alla colonna, assume una diversa posa.

Piero,_flagellazione

Da tutte le figure Caravaggio ha tolto la grazia flessuosa dei loro prototipi cinquecenteschi, in sostituzione delle precedenti forme eleganti con la muscolosità brutale e pesante che nella sordida realtà avrebbero avuto. Anche Cristo è diventato muscoloso.

Il risultato di questi cambiamenti è stato quello di rendere la Flagellazione convincente non solo come un’idea di tortura, ma anche nella la sua attualità con sadiche connotazioni. L’evento si svolge nella vastità torbida di una cupo sotterraneo.  La massa indistinta di figure scure che circondano Cristo lo riempiono di minacce.  Accovacciato con un flagello una figura maschile, parlerebbe di malevolenza di per se, anche senza la crudeltà ringhiosa che contorce il volto bruno del suo compagno a sinistra, e la ferocia dei loro gesti. Cristo risponde naturalmente, con reazione fisica involontaria, il suo fisico possente sottolinea la sua impotenza e il senso di degrado. Tiene la testa bassa, meno per la vergogna che per evitare i colpi, e si contorce letteralmente con i piedi e il corpo, come se lottasse per fuggire. Ha un alone luminoso; e la luce, che colpisce pienamente solo Lui, Lo rende radioso,  sebbene soffra  come un uomo qualunque.

the-flagellation-of-christ-1607

The Complete Caravaggio: The Flagellation

The Neapolitan Period

In The Flaggellation, Caravaggio, in the Capodimonte Museum, followed a well-established format in arranging the figures. The most influential precedent was Sebastiano del Piombo’s Flagellation fresco of 1516 in San Pietro in Montorio in Rome, based on preparatory drawings by Michelangelo. Caravaggio took the fresco as his general model, and as the specific model for the pose of Christ’s head, arms, and torso. Characteristically, however, he eliminated the superfluous spectators, reduced the architecture to the single central stabilizing column, and used an austere palette of warm neutrals and flesh tones. The repoussoir was an addition, but not Caravaggio’s invention. Distantly derived from the ancient Arrotino, the figure had already made an appearance in a number of prints and paintings, most notably, more fully and much more colorfully dressed, in Alessandro del Barbiere’s canvas of 1566 in the church of Santa Croce, Florence. The pose of the upper body and arms of the torturer on the left seem to have been copied exactly from the Santa Croce picture, although Christ and the man on the right, who is tightening His bonds to the column, assume different poses. From all the figures Caravaggio has taken away the lithe grace of their sixteenth-century prototypes, replacing the earlier elegant forms with the heavy brutish muscularity that in sordid reality they would be likely to have. Even Christ has become brawny.

imgres

The result of these changes has been to make The Flagellation convincing not merely as an idea of torture but as its sadistic actuality. The event takes place in the murky vastness of a grim dungeon. Menace fills the shadowy mass of dark figures surrounding Christ. The crouching man binding a scourge would, in himself, speak of malevolence, even without the snarling cruelty contorting the swarthy face of his companion on the left and the savagery of their gestures. Christ responds naturally, with involuntary physical reaction, His powerful physique emphasizing His helplessness and sense of degradation. He holds His head down, less in shame than to avoid the blows, and He literally writhes with His feet and body, as if struggling to escape. He is haloed; and the light, striking only Him fully, makes Him radiant, but He is suffering like any other man

Caravaggio.org

Traduzione

Simona Caruso