Domenica 14 ottobre ore 10:15

TREKKING NEL MITO: TRA NATURA E STORIA SULLE SPONDE DEL LAGO D’AVERNO 

L’Associazione Natura Sottosopra e la Cooperativa Sire vi invitano a trascorrere una mattinata di trekking tra archeologia, mito e natura lungo le sponde del lago d’Averno, alla scoperta della sua storia, della sua flora e fauna. Il nome Averno significa, dal greco, privo di uccelli. Anticamente, infatti, le esalazioni tossiche, di origine vulcanica, impedivano agli animali di sorvolare lo specchio d’acqua, alimentando la leggenda che qui fosse collocata la Porta degli Inferi. In questo luogo intriso di mito e storia dimorava secondo Virgilio un’antico culto oracolare, quello della Sibilla, fu, inoltre, in età romana parte dell’enorme complesso militare del Portus Iulis. Ammireremo anche resti del cosiddetto Tempio di Apollo – in realtà un grande complesso termale di età imperiale. L’Averno è l’unico lago di origine interamente vulcanica, formatosi circa 4000 anni fa, e oggi la sua avifauna si presenta ricca e variegata.

I nostri esperti vi guideranno alla scoperta delle caratteristiche peculiari delle diverse specie tipiche della macchia mediterranea che crescono lungo le sponde del lago e dei miti che hanno avvolto la storia del lago.

PROGRAMMA

10:15 Appuntamento nei pressi del ristorante Caronte, su via Lago d’Averno, lato destro – Pozzuoli

12:30 Conclusione delle attività

N.B. uscita tangenziale Pozzuoli-Arcofelice 

Lunghezza: 3 km Dislivello: 0 m Difficoltà: T (Turistica).

L’escursione non presenta difficoltà tecniche sia per il dislivello che per la lunghezza del tratto da percorrere.

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


Domenica 14 ottobre ore 10:30 

NELLE STANZE DEL RE: VISITA AL PALAZZO REALE

La Cooperativa Sire vi accompagna in un regale percorso, partendo dalla storia di piazza Plebiscito, per secoli uno slargo irregolare fino alla costruzione nel Seicento del nuovo Palazzo Reale. Vi racconteremo della realizzazione del Palazzo ad opera di Domenico Fontana e delle trasformazioni urbanistiche avvenute nell’Ottocento, durante il periodo napoleonico e vi faremo  immergere nell’atmosfera regale delle stanze, dei saloni e dei monumentali scaloni del Palazzo Reale che fu costruito a partire dal 1600 e fu abitato prima dai Vicerè spagnoli e austriaci, poi dai Borbone e dai francesi e infine dai Savoia. Visiteremo le stanze reali al Piano nobile, come ci sono state consegnate dalla storia, con gli arredi dell’epoca sapientemente distribuiti. Questo antico nucleo di stanze corrisponde al Grande Appartamento di Etichetta – voluto da Ferdinando II di Borbone e affacciato a mezzogiorno. Dell’appartamento di rappresentanza fa parte anche la sala del Trono, tra le sale recentemente restaurate e riaperte. Decorata da stucchi e da bassorilievi raffiguranti le 12 Province del Regno; il trono ed il baldacchino furono eseguiti intorno al 1853. Qui sedettero re Ferdinando II e Francesco II, gli ultimi sovrani borbonici del Regno delle Due Sicilie. 

PROGRAMMA

– 10.30 Appuntamento presso l’ingresso del Palazzo Reale su Piazza Plebiscito, Napoli

– 12:30 Conclusione delle attività 

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


Domenica 14 ottobre

Visite al Teatro antico del Parco Archeologico di Ercolano

Sepolto dall’eruzione del 79 d.C., il teatro fu il primo monumento ad essere scoperto nei siti vesuviani colpiti dal cataclisma. Fin dalla sua scoperta, suscitò grande interesse, nel corso del Settecento e dell’Ottocento, da parte dei colti viaggiatori che giungevano a Napoli da ogni parte d’Europa e diventò una tappa del Grand Tour. Il monumento è ancora oggi accessibile attraverso le scale realizzate in età borbonica., scendendo a più di 20 metri sotto il materiale eruttivo. Il percorso di visita al Teatro è concepito come una vera e propria esplorazione: i visitatori potranno avventurarsi in un luogo unico e suggestivo, in cui sono presenti, oltre ai resti dell’antico edificio, reperti, graffiti lasciati nei secoli dai visitatori, che alla luce delle fiaccole attraversarono nel XVIII e XIX secolo le gallerie e i pozzi creati per penetrare nelle viscere dell’antica Ercolano, e si potranno ammirare persino piccole stalattiti.

Il personale si occuperà di fornire e far indossare ai visitatori i caschi di sicurezza con cuffiette sottocasco monouso, gli impermeabili monouso e le torce elettriche, nonché di far riporre eventuali borse negli armadietti predisposti ad hoc nei locali di accesso al teatro.

I biglietti saranno acquistabili in prevendita sul sito Ticketone.it (con costo ulteriore di prevendita pari a 1.50) e presso lo sportello della biglietteria degli Scavi di Ercolano tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00 (fino alle 12.00 nel giorno della visita).
Presso la biglietteria antica del Corso Resina saranno disponibili la sera stessa degli eventi sia i biglietti acquistati on line – che andranno generalmente convertiti – sia la rimanenza non venduta fino ad esaurimento posti. Si suggerisce, comunque, l’acquisto on line per assicurarsi la possibilità di accedere all’evento nel giorno e ora preferiti.
I biglietti riporteranno oltre che il prezzo di vendita anche l’orario del turno di visita.

Attenzione:
§ Il percorso è sotterraneo e raggiunge circa 25 metri dalla quota stradale.
§   La visita è dedicata ai maggiorenni.
§   La pavimentazione è bagnata in più punti ed è scivolosa per via della presenza di sedimentazioni calcaree e di acqua. Inoltre, il percorso prevede molti gradini. Pertanto, non è adatto ai soggetti claustrofobici e alle persone con problemi di deambulazione o in gravidanza. A breve, nuovi lavori renderanno accessibile la parte in piano del percorso alle sedie a rotelle.
§  L’appuntamento è presso la vecchia biglietteria dell’ingresso del Parco Archeologico, Corso Resina  n. 187, almeno 30 minuti prima dell’inizio del proprio turno di visita.
§  Ogni gruppo sarà composto da circa 10 visitatori. Dopo la creazione del gruppo i visitatori saranno condotti a piedi lungo il corso Resina fino al civico 123, dove è ubicato l’accesso al Teatro Antico.
Per motivi di sicurezza si richiede ai visitatori di portare con sé solo borse di piccole dimensioni.
§ Saranno forniti dal Parco Archeologico di Ercolano caschetti, cuffia per capelli, mantelline e torce da utilizzare nel percorso.
§  È obbligatorio l’uso di scarpe chiuse, basse, resistenti ed impermeabili. è preferibile l’utilizzo di scarpe da trekking.
§  Si consiglia di munirsi di maglie o giacche comode, da indossare prima della visita, dato il considerevole sbalzo termico da affrontare durante il percorso.

Turni di visita e inizio della discesa nel Teatro Antico di Ercolano:
▪     18.30: primo turno (raduno 18.00)
▪     18.45: secondo turno (raduno 18.15)
▪     19.00: terzo turno (raduno 18.30)
▪     19.15: quarto turno (raduno 18.45)
▪     19.30: quinto turno  (raduno 19.00)
▪     19:45 sesto turno (raduno 19.15)
▪     20:00 settimo turno (raduno 19.30)
▪     20:15 ottavo turno (raduno 19.45)
▪     20:30 nono turno (raduno 20.00)
▪     20:45 decimo turno (raduno 20.15)