Tre impegni per la Famiglia. Proposte ai candidati di 148 Comuni Campani per costruire il futuro dei nostri figli e qualificare la spesa pubblica

Disegnare un nuovo futuro per le famiglie campane e soprattutto migliorare la qualità di vita e di tempo dei nuclei che abbracciano i soggetti maggiormente bisognosi di cura. È la scommessa del Manifesto per le Elezioni Amministrative 2016 che il Forum delle Associazioni Familiari della Campania presenterà in conferenza stampa l’8 aprile alle ore 11 nella Sala Archivio della Fondazione Banco di Napoli.
Nella storica cornice di Palazzo Ricca, sede della principale istituzione privata che nel Meridione si distingue per la promozione dello sviluppo sociale, culturale e economico, saranno illustrate dodici proposte di interventi concreti per rilanciare le politiche familiari in una delle Regioni d’Italia che maggiormente ha patito la crisi di sistema degli ultimi anni.
Ad inaugurare i lavori sarà il Presidente della Fondazione Banco di Napoli, Daniele Marrama, da sempre attento promotore di progetti innovativi a sostegno del welfare familiare. Compito del Presidente del Forum delle Associazioni Familiari della Campania, Marco Giordano, del Vice-Presidente Gianvincenzo Nicodemo e del Consigliere del Forum Nazionale, Nino Di Maio, sarà invece quello di condurre i presenti nel ventaglio di proposte compendiate nel Manifesto. Dodici punti ispirati al principio cardine secondo cui la famiglia è un organismo fondamentale nel corpo della società e, anche in una visione laica del mondo, resta un “soggetto” sociale che, nella molteplicità delle sue funzioni, può generare benessere e contribuire in maniera determinante al suo sviluppo in termini umani, economici, culturali. 
L’iniziativa del Forum delle Associazioni Familiari è rivolta non solo alle Associazioni, Enti,Agenzie educative e in generale a tutti coloro interessati alla costruzione di una società Child&Family Friendly, ma anche e soprattutto ai candidati sindaco e ai candidati consiglieri dei 148 Comuni campani al voto. A loro, infatti, si chiede di includere nel proprio programma elettorale almeno tre delle proposte avanzate dal Manifesto e di sottoscrivere l’impegno, prioritario, di istituire Assessorati Comunali per la Famiglia, la Natalità, l’Infanzia e l’Adolescenza.