ROBERTO DEL GAUDIO, vincitore del premio Alberto Sordi al BARI INTERNATIONAL
FILM FESTIVAL (BIF&ST), la manifestazione presieduta da MARGARETHE VON TROTTA e diretta da FELICE LAUDADIO, è l’interprete e l’autore del testo di TOTÒ CHE TRAGEDIA! al TRIANON VIVIANI, in questi giorni. Del Gaudio con l’ensemble musicale, i VIRTUOSI DI SAN MARTINO hanno dato vita ad una rappresentazione impareggiabile della vita dell’artista napoletano.

Totò che tragedia! è l’omaggio al principe della risata dei Virtuosi. La performance ha debuttato l’anno scorso, proprio nel teatro del popolo di Forcella, nell’ambito della rassegna Totò: l’Arte e l’Umanità, promossa dalla REGIONE
CAMPANIA e dalla FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL, in occasione del cinquantesimo anniversario della scomparsa del grande comico napoletano.

I Virtuosi, usano nei loro spettacoli, come materia prima, il repertorio della tradizione della canzone popolare degli anni trenta con uno stile che zigzaga, tra avanspettacolo e opera, mettendo in scena rappresentazioni briose e sofisticate, il tutto con un packaging di alta classe.

Ed è proprio una performance sofisticata e di classe basata su un testo scritto da ROBERTO DEL GAUDIO, quella di Totò che tragedia!; il motivo conduttore che fa da sfondo alla narrazione è la tragica storia d’amore tra Totó e Liliana, la ballerina di varietà, che si tolse la vita per l’artista napoletano. Ma intervengono in questo racconto tutti gli attori che hanno fatto da spalla a Totó. Attraverso l’abilità di Roberto Del Gaudio torniamo ad ascoltare dal vivo ancora una volta, non solo la voce del principe della risata,  ma anche quella di Alberto Sordi, Aldo Fabrizi, Eduardo e Peppino, Anna Magnani ed altri. Così ci ritroviamo in una bolla temporale, ad assistere  al repertorio del grande attore ed a respirare l’atmosfera dell’avanspettacolo e del varierà con i personaggi portati in scena dal grande comico: il burattino, il cantante, l’attore, e l’autore di canzoni indimenticabili.
I suoi virtuosismi rivolti all’arte della risata, attraverso l’ironica interpretazione di Del gaudio, fanno quasi percepire la disperazione dietro la maschera, una disperazione di cui, la sua storia con Liliana,  è solo una causa parziale di un mal di vivere esistenziale che forse ha permeato tutto il suo essere.

Il quintetto dei Virtuosi di san Martino è composto dal cantante-attore Roberto Del Gaudio, il violoncellista FEDERICO ODLING, che ha curato anche le rielaborazioni musicali, il flautista VITTORIO RICCIARDI, il violinista CARMINE IANNICIELLO e il chitarrista CARMINE TERRACCIANO.

Hanno collaborato all’allestimento dello spettacolo LUCIO SABATINO per il disegno delle luci, l’assistente alla regia VICTORIA DE CAMPORA e il direttore tecnico LELLO BECCHIMANZI.

Totò che tragedia!  in scena al teatro Trianon Viviani  stasera ultima replica alle ore 18.00

Simona Caruso